Dicono di NOI

Segnaliamo in questa rubrica lettere e articoli dedicati a GoodNews

Goodnews è un idea semplicemente geniale!
in un mondo dove l’informazione fa cassa di risonanza solo e soltanto
alle brutte notizie e alle catastrofi…

…Goodnews rappresenta una ventata d’aria fresca!
Grazie Goodnews

Adamo Antonacci
Amministrato delegato

stranemaninternational.eu

Francesco Pinochi / Italy
Ciao Chicchirichi, sono Francesco, intanto ti voglio ringraziare per l’amicizia di qualche giorno fa.
Due anni fa sono entrato nella pagina riguardante i viaggi astrali, un argomento direi Speciale! Da quella pagina poi ho proseguito negli altri link.
Le pagine di goodnews sono direi Super terapeutiche. Hanno un grande impatto emozionale.
Inoltre grazie perchè attraverso i tuoi video si imparano moltissime cose. Ho scoperto la legge di attrazione e sto approfondendo maggiormente il pensiero del grande Maestro Gandhi. Ho imparato molto di più a sorridere e a vedere le cose con una prospettiva totalmente diversa.
Goodnews.ws è un Bellissimo portale, ed è diventato la mia prima pagina di internet. Complimenti lavorate molto ma molto bene.
Spero un giorno di poter ricambiare in qualche modo dato che mi avete regalato delle notizie, delle informazioni e delle pillole di felicità che mi fanno crescere nel meraviglioso passaggio della vita e oltre.
A presto un grosso abbraccio.
Francesco

Le buone notizie sono come le ciliegie…
Le buone notizie sono come le ciliegie, una tira l’altra, e sembra proprio che siamo nella stagione giusta per entrambe. Qualche giorno fa sono stato ospite ad Alba, patria del tartufo ma anche del festival della Comunicazione.
E che ci sia qualcuno che faccia della comunicazione un festival è già una buona notizia. Ho parlato, insieme a una psicologa e una scrittrice, dell’importanza della lettura, ma sotto un aspetto particolare.
Non quella che facciamo a letto o sotto l’ombrellone, ma quella che i genitori dovrebbero fare nei confronti dei proprio figli. Leggere loro la sera, magari solo una volta alla settimana, una favola, un racconto, qualche pagina di libro, condividere dei momenti insieme, fare capire al proprio figlio che è una persona per la quale vale la pena rinunciare a un po’ di mignotterie varie che ogni sera sono propinate da mamma tivù. Così ho citato “goodnews”, mi è venuto spontaneo parlare di un portale dedito alle buone notizie, e molte persone in sala sono rimaste dapprima incredule, poi via via sempre più interessate. Perché non è vero che mostrando le “buone notizie” si nasconde una brutta realtà, ma si fa capire, ai nostri figli in primo luogo, che al mondo esiste dell’altro, oltre alle guerre, agli stupri e alla corruzione. In modo che, come ho avuto occasione di dire, capiscano che “la buona notizia” dovrebbe essere la norma, mentre “la cattiva notizia” l’eccezione. In modo anche che in presenza di queste ultime nasca l’indignazione, ci si scandalizzi, non siano considerate come norma e regola di questo mondo. I presenti hanno applaudito, non me, ma questa considerazione, e questa è un’altra buona notizia. E’ vero anche che le “cattive” notizie sono, come dice la parola stessa, “accattivanti”, come lo è un incidente stradale, che ci fermiamo passivamente a guardare o un omicidio che ci tiene inchiodati davanti allo schermo. Ma come spiegano gli psicologi, ne restiamo “affascinati” non perché siano “belli” ma solo perché ci inducono a considerare quanto siamo fortunati noi a non essere le vittime. Un atteggiamento di paura, di difesa, passivo. Con la “buona notizia” invece diventiamo noi i protagonisti. E’ una questione di scelte, in conclusione: cattivo è passivo, buono è attivo. Una buona notizia da diffondere.
Carlo A. Martigli
www.martigli.com

Finalmente buone notizie!!
Agenzia il Segnalibro srl Roma
Intanto complimenti e auguri per il vostro sito. È stato veramente un piacere ‘navigare’ in questa nuova iniziativa che in qualche modo, credo, sia nata per contrastare la negatività che circonda noi tutti, che ci arriva attraverso la stampa, che frena i nostri istinti, che uccide il nostro buonumore, che diffonde false ideologie.
È vero. Un sorriso può sanare una ferita, dare conforto, riaccendere la speranza, infondere coraggio. Una risata può contribuire a sdrammatizzare una situazione difficile, a siglare un momento di gioia, a scaricare la tensione.
E un sorriso o una risata per fortuna sono contagiosi e hanno il potere di coinvolgere altre persone a cambiare atteggiamento. E per effetto domino questa energia positiva può estendersi all’infinito. Grazie per avermi offerto l’opportunità di partecipare a questa brillante e utile iniziativa.
Un caro saluto
Agenzia il Segnalibro srl Roma.

Fonte: il Blog di Gianluca Del Tito

…Finalmente chi come me è abituato a navigare per informarsi, piuttosto che fermarsi all’edicola sotto casa, potrà disporre di un e-magazine completamente composto di buone notizie dal mondo!!!
Si avete proprio capito goodnews è un un progetto nato da un’idea geniale di Chicchirichì, fotografo, cameraman, pubblicitario, conduttore tv e autore, il quale ci assicura che leggere queste pagine ci farà star bene, il suo unico intento infatti è quello di far gioire e di strappare un sorriso ai suoi lettori!
I giornali/telegiornali ci mostrano normalmente la faccia negativa di ciò che accade nel mondo, gli intenti di tutta la redazione di GoodNews, sono quelli di mostrare e dimostrare che possiamo raccontare lo stesso fatto cogliendone anche gli aspetti positivi….Quindi non solo Buone Notizie, alias storielle a lieto fine, ma un modo nuovo di fare informazione, divertendosi nel farla e facendo divertire anche il lettore….
Veramente una bella notizia!!!
Grazie Chicchirichì, grazie redazione di Goodnews e buon lavoro!!!
Gianluca.

Articolo apparso sul quotidiano Tirreno
Redatto a cura di Alessandro Pattume

Good News buone e belle notizie positive dal mondo
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi dell’art. 62 del 07/03/2001.