Il selfie diventa ‘eco’

Il Selfie è la moda del momento ma con il WWF questo elemento di ‘cultura popolare’ si trasforma in un gesto che aiuta a difendere le specie a rischio. La nuova campagna #ultimoSelfie è, infatti, il paradigma di ciò che può accadere nel mondo reale, ovvero, l’estinzione di una specie animale, puntando sulla forza del messaggio per sottolineare l’urgenza legata ad alcune specie simbolo come gorilla, giaguari, panda e orsi polari. Queste specie sono state scelte dal WWF perché a forte rischio di estinzione e potrebbero  scomparire in pochissimo tempo se non si interviene con urgenza nei loro  habitat frenando le minacce che incombono, dal taglio illegale di foreste al bracconaggio, dagli effetti del cambiamento climatico al consumo insostenibile di risorse naturali. L’invito del WWF è quello di ‘salvare’ dall’estinzione queste specie attraverso l’adesione ai tanti programmi di conservazione tra cui quello in  Amazzonia in difesa della grande foresta che ospita il giaguaro, o quello per il gorilla che vive nel ‘cuore’ dell’Africa equatoriale, dove si combatte contro i progetti di estrazione petrolifera nel Parco del Virunga in Congo, un’area dove il WWF recentemente ha anche ricevuto minacce dirette a causa del proprio  impegno e nel quale lo stesso direttore del Parco è rimasto ferito a causa di un agguato.Nata da un’idea di un piccolo  nucleo di giovani creativi dell’agenzia turca 41?29!, la Campagna #LastSelfie è stata sviluppata dal WWF in Turchia e Danimarca lo scorso aprile e ha viaggiato grazie alla app di Snapchat, un’applicazione che permette di condividere tra gli utenti  immagini che poi scompaiono dopo pochi secondi. La versione italiana, riprende il messaggio in difesa delle specie da diffondere attraverso tutti i social, Facebook in testa,  e aggiunge una nuova specie su cui   il WWF Italia sta focalizzando i propri sforzi, il giaguaro, simbolo dell’Amazzonia. La campagna viaggia anche su Twitter dove gli utenti possono seguire @wwfitalia e condividere i Selfie delle specie in pericolo, protette da WWF, diffondendo il messaggio importante ‘Non lasciare che sia il mio #ultimoSelfie’. Fai un’adozione simbolica e salvalo dall’estinzione.“Con la nostra campagna un’azione come il Selfie, nato fondamentalmente come ‘gesto egocentrico’,  diventa uno strumento consapevole di salvaguardia dell’ambiente. In particolare ci piacerebbe poter coinvolgere le giovani generazioni, quelle che rischiano di veder scomparire animali meravigliosi come le tigri, i gorilla – ha dichiarato Isabella Pratesi,

responsabile Programma di Conservazione Internazionale del WWF Italia –  – Il nostro impegno è di fare in modo che anche le future generazioni possano vivere su questo pianeta così come noi lo conosciamo e che fin da oggi siano lasciate il più possibile integre le risorse naturali e il patrimonio di biodiversità”. PROGRAMMA ADOZIONI WWF er partecipare al Programma Adozioni, promosso da WWF, basta collegarsi al >sito< e scegliere di adottare una delle principali specie in pericolo che rischiano l’estinzione. Coloro che aderiranno finanzieranno i progetti di conservazione WWF a favore della specie che si è scelto di aiutare e riceveranno la scheda dell’animale, le informazioni sul progetto, il certificato di adozione personalizzato, una shopper ecosostenibile e un morbido peluche come speciale ringraziamento. COME E’ NATA #LASTSELFIE La Campagna è stata lanciata dal WWF per la prima volta ad aprile scorso in Turchia e Danimarca ed è diventata un vero fenomeno social fin dalla sua nascita: dopo poche ore di condivisione, sono stati scambiati oltre 4.000 tweets che hanno raggiunto  5 milioni di utenti e già nella prima settimana metà degli utenti Twitter avevano visto la Campagna, scambiato le informazioni o partecipato direttamente. SNAPCHAT Snapchat è un’applicazione creata negli USA che ad oggi conta oltre 60 milioni di utenti, oltre 30 milioni sono attivi ogni mese. #LastSelfie è una Campagna che per ora in Turchia e Danimarca ‘viaggia’ grazie alla App Snapchat , sviluppata dall’agenzia turca 41?29! insieme alla danese UNCLEGERY  e poi promossa dal WWF nei due paesi grazie ad un accordo completamente in ‘charity’ con i creatori. L’agenzia 41?29! : Nata da un’idea di giovani creativi in Turchia, l’agenzia nel 2013 ha deciso di promuovere un progetto no-profit all’anno. Nel 2013 si è dedicato alla violenza contro le donne per Amnesty, il 2014 è dedicato al WWF e alla sua attività di tutela delle specie più a rischio estinzione.  “L’idea – spiegano i creatori della Campagna – è quella di utilizzare un elemento di cultura popolare come il  Selfie per una buona causa. La Campagna parte dal cellulare attraverso Snapchat ma si espande anche su twitter. Attraverso l’hashtag #Lastselfie, infatti, il selfie non dura abbastanza, scompare davanti ai tuoi occhi, così come potrebbe accadere agli animali più a rischio. E’ la materializzazione del principio che ‘il mezzo è il messaggio’. I giovani conoscono perfettamente i meccanismi delle app e li utilizzano con grande facilità, in questo caso lo fanno per una buona causa”.  Fonte: WWF Italia.  ——–   Il selfie diventa ‘eco’  ——- http://goodnews.ws/

 

Share This Post