Home » AutoMiglioramento

L’autostima e cambiamento

Inserito da

L’immagine che abbiamo di noi stessi condiziona la nostra riuscita o il nostro fallimento, quindi anche il processo dell’apprendimento al fare. L’autostima è la capacità di “valutare” secondo effettivi dati reali le nostre competenze nella vita: questa valutazione spesso è inquinata dal nostro stato emotivo che non ci permette un ascolto delle nostre sensazioni ed emozioni, una reale osservazione della realtà e un ascolto aperto ai punti di vista di altre persone. In origine è l’atteggiamento che noi abbiamo verso noi stessi che condiziona il modo con cui entriamo in relazione con tutto ciò che ci circonda. Oggi più che mai è d’importanza vitale imparare alcuni strumenti per ritrovare lo stato d’animo del piacersi, star bene con il nostro corpo e coltivare una mente serena e creativa. Quindi occorre come primo passo, creare quello spazio di distacco emotivo dalle nostre aspettative legate ai nostri ideali, che ci permetterà di cominciare un percorso di vera conoscenza di noi stessi. Ritornando a “stare con se stessi” in uno stato di “ozio” in cui la mente giudicante non interferisce, si può creare quello spazio vitale in cui rigenerarsi dallo stress della vita quotidiana: percepire le reali sensazioni del corpo  permette un abbassamento del tono muscolare e uno stato di lucidità mentale. Con la pratica quotidiana dell’attenzione a ciò che viviamo nel “qui e ora” si realizza ciò che in bioenergetica è chiamato il Grounding ovvero il “radicamento alla realtà: si aumenta la capacità di percepire … e percepire significa prima di tutto percepirsi e questa semplice funzione, comunque e sempre, già abbassa il livello d’ansia e potenzia la nostra autostima.” (Il corpo ritrovato – Pino Ferroni). Andando ancora più in profondità, questa presenza costante rappresenta una porta per accedere al mondo creativo della mente, la capacità di sognare, immaginare e progettare, ed è attraverso la comprensione del linguaggio simbolico, che emerge dai vissuti corporei, che si può  aumentare  la consapevolezza dei nostri comportamenti caratteriali e possiamo agire in un nuovo modello pro-attivo per comprendere le difficoltà e raggiungere l’esperienza di un “Nuovo Mondo”. Riflettiamo su una domanda che nasce spontanea: date le ferite e le frustrazioni che formano il carattere e ridimensionano la nostra autostima quale sarà lo stimolo che ci può far avere il coraggio di metterci in gioco nuovamente?Pare da studi fatti che, dall’intelligenza animale (meccanismo di attacco-fuga) l’uomo si è evoluto attraverso la comunicazione affettiva tra individui appartenenti a un gruppo: è dal GIOCO e CURIOSITA’ innati che si forma l’intelligenza umana. La curiosità è la pulsione a esplorare e si alimenta dal desiderio e dal piacere della nuova scoperta: dalla sensibilizzazione del corpo si stimola il sistema nervoso e si sviluppano consapevolezza e amore, attraverso questa intelligenza affettiva si generano nuovi comportamenti efficaci diretti verso il Mondo.  Compiere atti di coraggio quotidiani imprime il cambiamento: far rivivere il nostro bambino interiore, la nostra parte spontanea e vitale, può far riverberare negli altri un’onda di coinvolgimento verso l’evoluzione dell’Umanità.  –  L’autostima e cambiamento    ~ Sidrea Besacchi ~

Promuovi la tua attività Green con Good News, per un mondo più verde! Clicca qui: ECO partners

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, con una tua donazione ≈ un € x un sorriso
Redazione & Pubblicità Tel. 380 2664166 Scrivi a: goodnews@goodnews.ws

Futuro Verde: la Casa Ecologica con Bioedilizia e Energie Alternative

Come depurare l’acqua del rubinetto risparmiando soldi e guadagnando salute