Madre Teresa di Calcutta: gli animali avvicinano a Dio ≈ Salviamo le Balene, sono le custodi del mare ≈

Pubblichiamo di seguito una riflessione di Madre Teresa di Calcutta sugli animali. Perché amare gli animali? Perché ti danno tutto senza chiedere niente. Perché contro il potere dell’uomo con le armi sono indifesi. Perché sono eterni bambini, perché non sanno cosa è l’odio né la guerra. Perché non conoscono il denaro e si consolano solamente con un posto dove rifugiarsi dal freddo. Perché si fanno capire senza proferire parola, perché il loro sguardo è puro come la loro anima. Perché non conoscono l’invidia né il rancore, perché il perdono è ancora naturale in loro. Perché sanno amare con lealtà e fedeltà. Perché vivono senza avere una lussuosa dimora. Perché non comprano l’amore,

semplicemente lo aspettano e perché sono nostri compagni, eterni amici che niente potrà separare. Perché sono vivi. Per questo e altre mille cose meritano il nostro amore. Se impariamo ad amarli come meritano saremmo molto vicini a Dio. Madre Teresa di Calcutta. – Balene. La corte di giustizia dell’Aja: fuorilegge la caccia per “motivi scientifici”. L’Enpa: verdetto storico. Colpito il Giappone: In Antartide, la caccia alle balene per “motivi scientifici” è contraria alle norme e ai trattati internazionali. Lo ha stabilito oggi, su ricorso presentato dal Governo australiano, la Corte Internazionale di Giustizia che ha così assestato un duro colpo alle attività baleniere del Giappone nei “mari del Sud”.  «Quello della Corte dell’Aja è un verdetto rivoluzionario – commenta il direttore scientifico dell’Enpa, Ilaria Ferri – che boccia “senza se e ma” l’assurdo pretesto usato dagli Stati balenieri, in primis il Giappone, per aggirare la moratoria alla caccia approvata nel 1986.» Naturalmente, come hanno precisato in seno alla stessa Commissione Internazionale Baleniera ricercatori e cetologi internazionali, la caccia per “motivi scientifici” non ha nulla di scientifico. Si tratta dunque di un ossimoro che negli ultimi venticinque anni è

costato la vita a più di 10mila cetacei. «Come abbiamo sempre sostenuto la caccia a scopo scientifico è solo un banale pretesto per i Giapponesi per sterminare le balene che sono considerate competitrici nella pesca, come gli altri cetacei. E le migliori vittorie si ottengono con la nonviolenza e con la determinazione che ha portato il Governo Australiano a ricorrere alla corte di giustizia europea che ha sancito questa storica sentenza. Esprimo la mia più profonda gratitudine ai giudici dell’Alta Corte che con questo verdetto hanno finalmente ripristinato la legalità internazionale, schierandosi dalla parte delle balene, della biodiversità, della vita – prosegue Ferri -. Auspico che il Governo giapponese tenga fede alle sue promesse e, come annunciato, rispetti il verdetto dell’Aja fermando una volta per tutte il programma di caccia alle balene in Antartide. Diversamente, ogni azione dell’Australia e di ogni altro Paese, tesa al rispetto di questa sentenza sarà più che legittimata.». Fonte: ENPA Ente NAzionale Protezione Animali.  ——-  Madre Teresa di Calcutta: gli animali avvicinano a Dio ≈ Salviamo le Balene, sono le custodi del mare ≈   http://goodnews.ws/

Promuovi la tua attività Green con Good News, per un mondo più verde! Clicca qui: ECO partners

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, con una tua donazione ≈ un € x un sorriso
Redazione & Pubblicità Tel. 380 2664166 Scrivi a: goodnews@goodnews.ws

Futuro Verde: la Casa Ecologica con Bioedilizia e Energie Alternative

Come depurare l’acqua del rubinetto risparmiando soldi e guadagnando salute

Share This Post