Via col Vento ~ Exploit dell’Energia Eolica nel 2012 in Italia

ANEVANEV e il coordinamento FREE pubblicano i dati dell’eolico 2012 . “Eolico: 1.272MW installati in Italia nel 2012. Il settore ha raggiunto gli 8.144 MW ma si prepara a fronteggiare un periodo di rallentamento delle nuove installazioni dovuto alle aste e ai registri”. Il 2012 è stato un anno importante per l’eolico in Italia in quanto a nuove installazioni che hanno visto superare i 1.200 MW nei dodici mesi. La potenza delle nuove  istallazioni eoliche effettuate nel corso dell’anno appena  trascorso ed allacciate alla  rete  elettrica  è  stata,  infatti,  di  1.272 MW,  in  sensibile  aumento  rispetto  al  2011. Grazie  a  questi impianti la potenza eolica cumulata alla fine del 2012 è arrivata a 8.144 MW. Il motivo di  tale  accelerazione è da cercare nel cambio del  sistema di  sostegno delle Fonti Rinnovabili introdotto  dal  D.  Lgs.  28/2011  che  entrando  in  vigore  dal  2013  ha  spinto  gli  operatori  con  progetti cantierabili a farli entrare in esercizio entro il 2012.  Questo  soddisfacente  dato  è  comunque  in  linea  con  la  crescita  notevole  degli  ultimi  anni  e testimonia  le  significative  capacità di un  settore  imprenditoriale giovane  e  fiducioso nei confronti delle enormi potenzialità di questa tecnologia. L’occupazione del settore eolico è oggi di circa 40.000 addetti, con una crescita media annua di circa 5.000 unità, cosa che in un periodo difficile come questo, sarebbe estremamente opportuno preservare. Non  si  dimentichi  che  proprio  l’incremento  delle  rinnovabili  e  dell’eolico  in  particolare,  hanno permesso al nostro Paese di ridurre le  importazioni di materie prime combustibili per  il soddisfacimento della domanda di energia, con conseguenti benefici sulla bilancia commerciale e sull’ambiente. Purtroppo un settore così virtuoso non è adeguatamente sostenuto dalle Istituzioni che con il DM 6 luglio 2012 hanno  introdotto  i nuovi sistemi di aste e  incentivi, oltre a ulteriori meccanismi  farraginosi, che pur avendo fissato un  tetto alla potenza ammessa pari a poco meno del 40% di quella realizzata nel 2012, non ha ricevuto offerte sufficienti a raggiungerlo. A causa di questi interventi normativi sfavorevoli i risultati ottenuti nel 2012 saranno impossibili da ripetersi nel 2013 e nel 2014 se il Governo non interverrà tempestivo sulle criticità esposte. –  ANEV  – Associazione Nazionale

Energia  del Vento  –  è  l’associazione  di  protezione  ambientale,  riconosciuta  ai  sensi  della  Legge  8  luglio  1986  n.  349, costituita nel luglio 2002 che vede riuniti oltre 4.000 soggetti rappresentanti il comparto eolico nazionale in Italia e all’estero, tra cui produttori e operatori di energia elettrica e di tecnologia, impiantisti, progettisti, studi ingegneristici e ambientali, trader elettrici e sviluppatori che operano nel rispetto delle norme e dei  regolamenti Associativi. L’ANEV  è membro di Confindustria Energia  ed  è  l’Associazione  Italiana  presente  nel Board  direttivo  delle  corrispondenti associazioni  Europee  e Mondiali  quali  il WWEA–GWEC–EWEA  oltre  ad  aderire  a  UNI–CEI-AIEE.  Tra  gli  scopi  dell’Associazione  vi  è  quello  di concorrere alla promozione  e utilizzazione della  fonte  eolica  in un  rapporto  equilibrato  tra  insediamenti  e natura, nonché quello  di promuovere  la ricerca  e  lo  sviluppo  tecnologico  finalizzato  all’utilizzo  della  risorsa  vento  e  all’uso  razionale  dell’energia,  oltre  che  alla  diffusione  di  una  corretta informazione  basata  su  dati  reali.  L’obiettivo  di  conciliare  lo  sviluppo  della  produzione  di  energia  pulita  con  le  necessarie  tutele  di  valorizzazione  e salvaguardia  del  territorio,  ha  portato  l’ANEV  a  intraprendere  una  stretta  collaborazione  con  le  principali  associazioni  ambientaliste  che  ha  portato  alla sottoscrizione di un Protocollo d’intesa con LEGAMBIENTE, WWF e GREENPEACE finalizzato a diffondere l’eolico tutelandone il corretto inserimento nel paesaggio. L’ANEV si pone, grazie alla sua esperienza specifica e all’alta professionalità degli associati, come  l’interlocutore privilegiato nell’auspicato processo di collaborazione con  le  Istituzioni e con  tutti gli organi di informazione sensibili ai  temi ambientali e  interessati alla divulgazione di una corretta informazione  basata  sull’analisi  scientifica  dei  dati diffusi.  Inoltre,  l’ANEV  ha  sottoscritto  un Protocollo  d’intesa  con    la UIL,  finalizzato  a    sostenere  lo sviluppo dell’energia eolica nel nostro paese e a realizzare iniziative specifiche per valorizzare gli aspetti occupazionali e quelli della formazione. Fonte: Anev – associazione nazionale energia del vento


Pubblicizza la tua attività Green con Good News, l’unione fa la forza! Clicca qui: ECO partners

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, con una tua donazione ≈ un € x un sorriso
Redazione Tel. 0574 442669 Pubblicità Tel. 0574 1746090

Scrivi a: goodnews@goodnews.ws

Save the Children lotta per i diritti dei bambini in tutto il mondo
Acquista subito i tuoi libri: consegna gratuita se spendi almeno 19 €!

Share This Post