Barilla dona un policlinico: inaugurato nuovo Ospedale dei Bambini di Parma “Pietro Barilla”

Barilla contribuisce all’alleanza pubblico-privata per la prima struttura pediatrica dedicata in Emilia Romagna. Una delle più grandi donazioni della storia dell’azienda per celebrare il Centenario della nascita di Pietro Barilla.Con un contributo di 8,5 milioni di euro per l’Ospedale dei Bambini di Parma “Pietro Barilla”, l’azienda compie una delle più importanti donazioni della sua storia che va a coincidere con la celebrazione del Centenario della nascita di Pietro Barilla. L’imprenditore illuminato di Parma era convinto che un’azienda dovesse contribuire al futuro della società, destinando parte del profitto per agevolare il benessere della comunità. “Un’impresa non si regge soltanto sul bilancio, sulla buona amministrazione, su tutto quello che rappresenta il mondo economico,” Pietro Barilla disse al gruppo di donatori di sangue dell’azienda poco prima della sua scomparsa nel 1993. “Un’impresa ha bisogno di un pilastro centrale morale, che riunisce tutto ciò che ogni persona ha di meglio: la rettitudine, il senso di responsabilità, il senso del dovere, il rispetto verso il prossimo. Tutto questo costituisce il pilastro fondamentale, quello che rappresenta il vero patrimonio dell’impresa.” La Barilla, nel suo agire quotidiano, si ispira ancora ai suoi valori, oggi più attuali che mai. Per questo motivo, nel 2013, quando Pietro Barilla avrebbe compiuto 100 anni, ci saranno una serie di iniziative per ricordare la sua figura. La prima fra queste è l’inaugurazione del primo ospedale pediatrico della Regione Emilia Romagna, alla presenza del Ministro della Salute Renato Balduzzi, un bellissimo esempio di alleanza tra pubblico e privato. Il progetto ha origine da un’idea di Barilla, accolta dall’azienda ospedaliera, che ha poi coinvolto la Fondazione Cariparma e l’Impresa Pizzarotti. L’investimento totale ammonta a 34 milioni di euro, di cui 16 milioni sono pubblici. Gli altri 18 milioni provengono dalle tre aziende private, riunite nella Fondazione Ospedale dei Bambini, che vede Barilla come donante principale.”Il bambino al centro” è il principio ispiratore del nuovo Ospedale: gli ambienti sono stati creati a dimensione di bambino, con

camere colorate strutturate per la presenza e permanenza di un genitore e grandi spazi ricreativi per favorire la convivenza e la socializzazione. Il progetto ha cercato di enfatizzare ogni dettaglio in grado di aumentare la sensazione di familiarità, accoglienza domestica e comfort.L’iniziativa concretizza i valori in cui credeva Pietro che ancora rappresentano il modo di fare impresa di Barilla: un contributo per le generazioni del futuro utile per creare valore e benessere. Sono tanti gli esempi di quando Pietro Barilla era alla guida dell’azienda e tra questi uno dei più significativi è stata la donazione della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Parma. “Oggi è un giorno importante: dopo tanto impegno, vediamo questa iniziativa prendere vita” ha dichiarato Luca Barilla, Vice Presidente del Gruppo Barilla e figlio di Pietro, nel corso dell’inaugurazione del nuovo ospedale. “Mio padre ne sarebbe molto fiero. Credeva nei giovani e di come fosse fondamentale prendersi cura di loro. Credeva fortemente anche nel compito che un’azienda ha di partecipare attivamente allo sviluppo del territorio e al benessere delle persone”.Il Gruppo Barilla: Nata a Parma nel 1877 da una bottega che produceva pane e pasta, Barilla è oggi tra i primi Gruppi alimentari italiani, leader mondiale nel mercato della pasta, dei sughi pronti in Europa continentale, dei prodotti da forno in Italia e dei pani croccanti nei Paesi scandinavi. Attualmente il Gruppo Barilla possiede 42 siti produttivi (14 in Italia e 28 all’estero) ed esporta in più di 100 Paesi. Dagli stabilimenti escono ogni anno circa 2.500.000 tonnellate di prodotti alimentari, che vengono consumati sulle tavole di tutto il mondo, con i marchi: Barilla, Mulino Bianco, Voiello, Pavesi, Academia Barilla, Wasa, Harrys (Francia e Russia), Golden Toast (Germania), Misko (Grecia), Filiz (Turchia), Yemina e Vesta (Messico). Ai marchi di prodotto si affianca il marchio First per i servizi di vendita al dettaglio.La coerenza con principi e valori antichi ma sempre attuali, la gestione delle risorse umane come patrimonio fondamentale e i sistemi di produzione all’avanguardia fanno di Barilla una delle aziende alimentari più stimate nel mondo come espressione del “saper fare” italiano. Fonte: Gruppo Barilla


Pubblicizza la tua attività Green con Good News, l’unione fa la forza! Clicca qui: ECO partners

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, con una tua donazione ≈ un € x un sorriso
Redazione Tel. 0574 442669 Pubblicità Tel. 0574 1746090

Scrivi a: goodnews@goodnews.ws

Save the Children lotta per i diritti dei bambini in tutto il mondo
Acquista subito i tuoi libri: consegna gratuita se spendi almeno 19 €!

Share This Post