Da Galilei a Jobs: l’impresa digitale passa da Pisa con Internet Festival, 4-7 ottobre

Tra gli eventi speciali le Interviste Impossibili con Alessandro Benvenuti che interpreterà Galilei, Sandro Lombardi si cimenterà nella parte di Guglielmo Marconi e Elia Schilton in Johann Gutenberg. Dal 4 al 7 ottobre la cittadina toscana presenterà oltre 100 eventi e 200 ospiti: omaggio all’inventore della Apple. Un evento ogni 20 minuti. Il Festival si apre con una lectio magistralis di Piergiorgio Odifreddi – Da Galileo Galilei a Steve Jobs, da Google a Wikipedia, dalla democrazia digitale alla rappresentanza politica sul web, dagli scenari futuri alla quotidianità della Rete: questi i temi centrali di Internet Festival che si terrà dal 4 al 7 ottobre a Pisa con 104 eventi, 200 relatori, 4 concerti, 3 aree tematiche, 12 location. Dal titolo “Forme di Futuro”, filo rosso dell’edizione 2012, prende il via un appuntamento proprio nella città simbolo dell’informatica italiana: all’Università di Pisa nacque nel 1969 il primo corso di laurea in informatica d’Italia e proprio dal Cnr pisano partì nel 1986 la prima connessione ad Internet. Il Festival si

svolgerà per l’intera città, da Piazza dei Miracoli all’Orto Botanico, le Logge dei Banchi, Palazzo Lanfranchi, Piazza Santa Caterina, Cinemateatro Lux, Sant’Anna, Scuola Normale, Polo Carmignani, Piazza Garibaldi. Ad aprire la quattro giorni pisana dedicata al futuro della Rete (tantissimi eventi, uno ogni 20 minuti) la lectio magistralis di Piergiorgio Odifreddi: un omaggio alla modernità di Galileo e delle sue teorie (giovedì 4 ore 17.30). A seguire, l’incontro “Forme di futuro”: una tavola rotonda dove protagonisti saranno le idee e i progetti di alcuni testimoni d’eccezione del mondo della politica, dell’imprenditoria, dei diritti umani, della comunicazione, il cui sguardo sul mondo è decisamente orientato al futuro. Tra gli ospiti: Laura Boldrini (portavoce dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati – UNHCR), Alex Giordano (fondatore di Ninja Marketing), Max Ulivieri (blogger, esperto di turismo accessibile), Marco De Rossi (22enne fondatore di Oilproject), Derrick de Kerckhove (sociologo e docente universitario) e, in collegamento video, Joichi Ito (direttore MIT Media Lab di Boston). A conclusione della giornata i riflettori torneranno su Piergiorgio Odifreddi che condurrà la prima delle Interviste impossibili in programma. Il noto scienziato incontrerà Galileo Galilei alias Alessandro Benvenuti in un dialogo a dir poco ‘vivace’ (giovedì 4 ore 21). Il giorno successivo sarà la volta di Guglielmo Marconi alias Sandro Lombardi intervistato da Concita De Gregorio (venerdì 5 ore 21); quindi Johann Gutenberg alias Elia Schilton intervistato da Marco Pratellesi (sabato 6 ore 21) e, per finire, Abramo Lincoln alias Marco Baliani intervistato da un altro grande del mondo del giornalismo (domenica 7 ore 17). La manifestazione sarà divisa in tre aree tematiche, tra incontri, eventi e workshop: Internet for Citizens (sul tema della democrazia digitale), Internet for Makers (sulle imprese nate

all’insegna dei nuovi paradigmi introdotti dalla Rete con l’omaggio a Steve Jobs ad un anno dalla morte) e Internet for Tellers (sui diritti e le libertà digitali). Tra le sezioni del Festival, Spazio alla Formazione 2.0 (tra i numerosi appuntamenti due avvincenti game conference per gli over 14: “Alan Turing. L’enigma dell’uomo che immaginò il computer” e “Gates vs Jobs. La guerra dei bit”); Non solo Bit: musica e arte (tra gli altri invitati, Daniele Silvestri e Ernesto Assante parleranno dei diritti d’autore e del download); Le anteprime (con i personaggi testimonial del Festival, come “Googleo Galilei” che risponderà al quesito “e se avessi avuto internet?”) e infine un’area dedicata interamente ai Social Network (Twitter ospiterà aste online; Youtube un video quiz interattivo e Facebook un concorso letterario in 600 caratteri ideato in collaborazione con lo scrittore Marco Malvaldi). Fra i laboratori interattivi, ci sarà “App Programming” (sulle applicazioni mobili), “ArduSumo” (progettazione di robot che si sfideranno in una gara finale di sumo), “Bibliolab” (la biblioteca a portata di tablet) e il laboratorio “Spie e codici segreti” (un viaggio nella matematica dei linguaggi misteriosi, dal cifrario di Cesare ai più moderni metodi di codifica). Tra gli ospiti del Festival anche Anna Masera (La Stampa), Franco Tatò (Treccani), Lucia Annunziata (Huffington Post Italia), Antonello Caporale (La Repubblica), Luca De Biase (Sole 24 ore), Adriano Fabris (Università di Pisa), Rana Husseini (giornalista giordana), Carlo Freccero (Rai 4), Andrea di Robilliant (scrittore), Michel Maffesoli (Sorbona), Elio Matassi (Università di Roma), Luca Nicotra (Agorà Digitale), Antonio Sofi (Rai).Il Festival è promosso da Regione Toscana, Comune di Pisa, Cnr, Registro.it, Istituto di Informatica e Telematica del Cnr insieme a Camera di Commercio di Pisa, Provincia di Pisa, Università di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna, Scuola Normale Superiore, Associazione Festival della Scienza. Il direttore del Festival è Edoardo Fleischner, il

coordinamento è affidato a Fondazione Sistema Toscana. Anna Vaccarelli (IIT-CNR) e Gianluigi Ferrari (Università di Pisa) coordinano rispettivamente il comitato esecutivo e scientifico. PERCHE’ A PISA?La città toscana è conosciuta come la culla dell’informatica italiana, campo in cui ospita una concentrazione unica di competenze e attività, sia di tipo scientifico che economico. Ha sede a Pisa l’Istituto di Informatica e Telematica (IIT) del CNR, che svolge attività di ricerca scientifica e tecnologica nel settore di Internet e che gestisce il Registro di tutti i domini con suffisso .it (il primo venne registrato 25 anni fa, ora siamo a quota 2,5 milioni). Nell’area pisana sono moltissime le piccole e medie imprese, legate al mondo dell’ICT, spesso leader di settore. Diverse hanno sede presso il Polo NewTech, Polo scientifico e tecnologico di Navacchio. Ricordiamo poi che il primo calcolatore nacque a Pisa più di 50 anni fa e che, venendo ai giorni nostri, la città toscana detiene il record mondiale di trasmissione dati via internet (1200 Gigabit al secondo, pari a oltre un Terabit, registrati dai ricercatori della Scuola Sant’Anna e Cnit). Pisa è visitata da 10 milioni di turisti all’anno, sono 4,5 milioni i passeggeri che atterrano al suo aeroporto e ben 18 milioni i fruitori della stazione ferroviaria cittadina. Il programma punta a coinvolgere gli esperti di web e tecnologia, nativi e immigrati digitali, ma anche le famiglie, le scuole e gli studenti universitari che a Pisa rappresentano più della metà della popolazione residente (58.000 su 90.000 abitanti). Internet Festival, 4-7 ottobre 2012, Pisa – ingresso libero. Per maggiori informazioni e dettagli sugli eventi, clik > www.internetfestival.it

Dear friend,this is an open project and accepts the help of anyone willing to make positive thinking. Send your proposals (articles, cartoons, funny pictures and videos)

Editorial Staff Tel. +39 0574 442669
Promotion & Advertising Tel. +39 0574 1746090

Support and Spread the only e-magazine dedicated to good news and smiles!

Write to: goodnewsenglish@goodnews.ws

Show on your site a link to our www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^

Good News, good, news, network, positive, uplifting, l’agenzia di buone notizie e ufficio comunicati stampa online di informazione alternativa e positiva, di salute naturale ecoturismo bioedilizia, agricoltura biologica, alimentazione naturale, energie alternative fantascienza, misteri, parapsicologia, lavoro etico, autoaiuto, selfhelp, webreader, sapere.it.

Share This Post