Home » Buone Notizie

Agenzia Spaziale italiana: ‘disegnata’ e ‘designata’ la missione che vede protagonista Luca Parmitano

Inserito da

L’astronauta italiano ha premiato i vincitori delle due categorie, Miglior Nome e Miglior Logo che saranno l’emblema della sua missione sulla Stazione Spaziale Internazionale. La missione spaziale ISS 36/37 del sesto astronauta italiano, Luca Parmitano, si chiamerà VOLARE e sarà rappresentata da una Soyuz che con una scia tricolore avvolge la Terra e traccia il percorso della Stazione Spaziale Internazionale. La scelta dei simboli della prossima missione di Parmitano, maggiore dell’Aeronautica Militare, pilota sperimentatore e astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea, è avvenuto oggi nella sede dell’Agenzia Spaziale Italiana. Per celebrare il lancio del prossimo astronauta italiano sulla Stazione Spaziale Internazionale, programmato per la fine di maggio 2013, l’Agenzia Spaziale Italiana aveva bandito il concorso “Disegna e Designa la Missione di Luca Parmitano” con l’obiettivo di trovare le migliori idee per l’elaborazione del nome e del logo italiani ufficiali per la Missione ISS 36/37. Anche questa missione nasce dall’accordo tra l’Agenzia Spaziale Italiana e la NASA che consente agli astronauti italiani di volare

addestrandosi nel corpo astronauti dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Luca Parmitano ha premiato personalmente i vincitori. Il logo selezionato è stato realizzato da Ilaria Sardella, 28 anni, studentessa di San Giorgio Ionico (TA), mentre Norberto Cioffi, 32 anni, ingegnere di Pantigliate (MI), si è aggiudicato il primo premio per il Miglior Nome, battezzando la missione ISS 36/37 con il nome “VOLARE”. Per i due vincitori il premio è l’opportunità di recarsi a Mosca per visitare Star City, dove potranno assistere in diretta al training dell’astronauta Luca Parmitano presso lo Yuri Gagarin Cosmonaut Training Centre (GCTC). I vincitori seguiranno in diretta dall’Italia il lancio della Missione ISS 36/37. Originalità, creatività e attinenza con le tematiche di riferimento sono stati i criteri di valutazione per la scelta di un nome e di un disegno per rappresentare la partecipazione italiana alla Missione Soyuz. Tra gli aspetti da raffigurare, almeno uno degli elementi che compongono l’acrostico di Parmitano: professionalità, avanscoperta, ricerca, missione ISS 36/37, italianità, talento, abilità, nuove frontiere, opportunità. “VOLARE” è una delle parole italiane più conosciute al mondo grazie alla canzone di Domenico Modugno “Nel blu dipinto di blu” e rievoca fortemente il carattere italiano. Con questo nome il vincitore ha voluto rappresentare la ricerca di nuove frontiere, l’opportunità, l’avanscoperta: per volare è necessario avere talento e abilità; il volare è frutto di ricerca e professionalità. Il logo selezionato contiene molti degli elementi più rappresentativi della Missione di Luca Parmitano. In primo piano la rappresentazione del globo terrestre, l’Italia nella parte centrale e l’orbita stilizzata della ISS che ricorda la bandiera tricolore italiana. Anche

l’avanscoperta e l’esplorazione sono ben rappresentate con la seconda orbita stilizzata che punta oltre il sole a simboleggiare lo spirito di curiosità e il desiderio di conoscenza. La presenza nel logo della navicella spaziale russa Soyuz e della ISS rispecchiano poi la Missione ISS 36/37. “Il nome e il logo scelti per evidenziare la missione italiana di Luca Parmitano danno con immediatezza il significato e il concetto del nostro coinvolgimento. La partenza di Parmitato è un ulteriore riconoscimento – ha dichiarato Enrico Saggese, presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana – degli impegni e degli investimenti dell’ASI sul progetto della Stazione. L’obiettivo è quello di sfruttare al meglio le potenzialità del ISS come grande laboratorio nel quale si possono realizzare importanti ricerche  con ricadute eccezionali per la vita di tutti i giorni”. “Mi ha fatto molto piacere – ha affermato Luca Parmitano – vedere la partecipazione di tanti giovani al concorso “Disegna e Designa”. La mia speranza è che la mia missione possa invogliare il pubblico più giovane a dedicarsi alla tecnologia, alla scienza e all’esplorazione, e verso gli elementi base dell’astronautica”. Per Luca Parmitano, che raggiungerà la Stazione Spaziale Internazionale con la navicella russa Soyuz dal cosmodromo di Baikonour, sarà la prima volta nello Spazio. La partecipazione di Luca Parmitano all’equipaggio della missione ISS 36/37 conferma il ruolo di primo piano che il nostro Paese ha nel settore spaziale e, in particolare, nell’attività di ricerca a bordo ISS. Completata la costruzione della Stazione, è iniziata la fase di utilizzo a tempo pieno di questo avamposto spaziale dell’umanità. L’attività degli astronauti è quindi focalizzata sulle attività di ricerca e sperimentazione multi-nazionale e multidisciplinare programmate per le diverse strumentazioni presenti a bordo, incluse quelle italiane

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.

Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^