Home » BioSalute, University News

Incredibile operazione salva bambino, operato al cervello tramite l’arteria femorale

Inserito da

Il cervello raggiunto dall’arteria femorale con micro cateteri. Il caso di oggi interessa un piccolo di 13 mesi affetto da un’estesa fistola artero-venosa durale congenita (è come una cascata di sangue ad alta velocità che sovraccarica il normale flusso di sangue cerebrale e blocca la maturazione normale del bambino). Questa fistola aveva causato alterazioni cerebrali ritardando la normale maturazione del cervello. L’intervento in anestesia generale, condotto recentemente dal dott. Francesco Causin direttore della Neuroradiologia Azienda Ospedaliera di Padova e dalla sua equipe, è durato circa 3 ore. L’equipe, attraverso 3 microcateteri di meno 1 mm. Ciascuno, entrati dall’arteria femorale della gamba destra con sottilissimi fili di platino microspirali (sempre di frazioni di millimetro), ha raggiunto diversi punti della lesione ed è riuscita a escludere completamente la malformazione. Ciò ha permesso il ripristino

immediato del normale apporto di sangue al cervello. Rapido e insperato il recupero del bambino che nel giro di un solo mese ha avuto un netto miglioramento delle capacità motorie e relazionali con progressi nella sua normale evoluzione naturale. Interventi di questo tipo sono di particolare rarità e in Italia ne vengono effettuati meno di 10 all’anno. L’esperienza del team padovano nella cura di patologie malformative vascolari si estende dall’età neonatale all’adulto. Le fistole artero-venose durali dell’età pediatrica: Sono rare malformazioni vascolari spesso congenite, che si associano a quadri clinici importanti caratterizzati da anomalie venose facciali e cefalea, e nei casi più gravi, da danni cerebrali con ritardo dello sviluppo psico-motorio e disfunzioni cardio-circolatorie. Si tratta di anomale connessioni tra le arterie e le vene cerebrali, in cui il sangue fluisce ad altissima velocità. Questo altissimo flusso di sangue determina aumento della pressione intracranica e altera la normale distribuzione del sangue al cervello. Inoltre, può essere causa di sovraccarico al sistema cardio-polmonare. Il riconoscimento di queste fistole può avvenire in utero o dopo la nascita per l’insorgenza di disturbi fisici e di sviluppo del bambino. Disturbi che sono particolarmente gravi nei bambini più piccoli, neonati o nel corso del primo anno di vita, e sono in grado di condizionare il normale sviluppo del piccolo a causa di danni cerebrali anche irreversibili. La diagnosi precoce post-natale è importante ma potrebbe non essere semplice,

specie nei più piccoli, a causa di segni clinici inizialmente sfumati che solo con il passare dei mesi si rendono più evidenti. A questo punto, è necessario il ricorso ad un centro specialistico di neurologia pediatrica, in grado di disporre di esami clinici necessari per la precisa identificazione del tipo e della sede di lesione anche grazie alla Risonanza Magnetica o alla TAC (Tomografia Computerizzata). Tecniche usate per esclusione delle fistole: Esistono da anni specifiche tecniche terapeutiche neuroradiologiche in grado di ridurre o escludere il flusso anomalo e quindi di reindirizzare la normale circolazione cerebrale. Si tratta di interventi endovascolari eseguiti con il controllo radiologico. Anche nei pazienti più piccoli, di pochi giorni o pochi mesi, come nel caso di oggi, è possibile raggiungere il cervello utilizzando micro-cateteri inseriti dall’arteria femorale o ombelicale. Attraverso questi cateteri vengono occlusi i punti anomali. Dopo la riduzione o la completa esclusione dell’anomalia è fondamentale un controllo clinico strettissimo. Questo percorso terapeutico, che vede impegnate diverse figure professionali specialistiche, neuroradiologi, rianimatori e clinici, e che non può prescindere dal sostegno familiare, dovrà successivamente essere supportato da attività riabilitative mirate. Come sempre più spesso si vede nella medicina moderna, è fondamentale l’integrazione delle capacità tecniche con la professionalità dei diversi specialisti. Ricordiamo che è presente a Padova presso il Dipartimento di Pediatria anche un ambulatorio dedicato a queste patologie – di neurologia specialistica per le malattie cerebro-vascolari diretto dalla dr.ssa Agnese Suppiej. www.sanita.padova.it

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.

Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^