Home » AutoMiglioramento

Ipnotismo ed E.M.D.R (Eye Movement Desensitization and Reprocessing) con gli sportivi

Inserito da

Ipnosi ed E.M.D.R. con atleti. Introduzione: La mia intenzione è di presentare un modello di intervento in psicologia dello sport che ho definito con l’acronimo O.R.A.: Obiettivi, Risorse ed Autoefficacia utilizzando tecniche di psicoterapia della gestalt, il protocollo EMDR adattato alle prestazioni di picco e l’Ipnosi Eriksoniana.Essendo io stesso un atleta ed avendo avuto l’opportunità di fare un esperienza/stage di circa 4 mesi presso un Centro Sportivo di atleti professionisti continuando tutt’ora a seguirne alcuni, ho potuto rendermi conto che per loro è importante essenzialmente un lavoro di definizione degli obiettivi dal quale partire per individuare le risorse occorrenti per raggiungerli attraverso l’EMDR. Ciò permette un aumento dell’autoefficacia in quanto si va a lavorare con le quattro fonti individuate da Bandura e ossia individuare passate esperienze di successo, le sensazioni collegate, le persuasioni verbali e i modelli

di riferimento. Il lavoro con l’EMDR è potenziato dall’utilizzo dell’Ipnosi Eriksoniana che permette di sperimentare uno scenario futuro più vivido, più multisensoriale dove l’atleta si può sperimentare capace di eccellere nella sua prestazione sportiva. Materiali e metodi:Il materiale utilizzato è il protocollo EMDR di Sviluppo e Installazione di Risorse (RDI – Resource Developement and Installation) mentre il metodo è il modello O.R.A. che permette, focalizzandosi sugli obiettivi imminenti, di fare un lavoro di sviluppo delle risorse occorrenti che permettendo un aumento dell’autoefficacia. L’Ipnosi Eriksoniana viene utilizzata nel momento di individuare le esperienze passate dove si è sperimentato di possedere le risorse occorrenti e nel momento di immaginare di affrontare la situazione impegnativa utilizzando la risorsa installata.Risultati e discussione: Ho utilizzato questo modello integrato con atleti di diverse discipline (Arti marziali, Atletica-fondo, Atletica-velocità), ottenendo dei riscontri positivi in quanto gli atleti raggiungevano una maggiore consapevolezza delle risorse, qualità, caratteristiche necessarie che gli occorrevano per affrontare la prestazione. Ho potuto osservare anche che quando gli chiedevo di individuare esperienze passate di successo ne uscivano più sicuri delle proprie capacità, riuscivano a contattare le proprie sensazioni ed emozioni piacevoli collegate al riesame del successo e si sentivano pronti ad affrontare la prestazione imminente. Questa esperienza sulle risorse ha comportato un incremento dell’autoefficacia negli atleti. Inoltre quando immaginano di affrontare la situazione

impegnativa utilizzando la risorsa installata, affermando di essere riusciti pienamente nella loro prestazione, si può dire che gli atleti sperimentando già nella seduta la prestazione eccellente si sentono più sicuri di poterla affrontare con successo. Conclusioni: Posso concludere affermando che questo metodo permette di lavorare con atleti in modo chiaro ed efficiente integrando l’EMDR e l’IPNOSI che sono due approcci molto validi e potenti. I risultati sono incoraggianti, ma studi controllati sono necessari. Riferimenti:Foster, S. (2001). From trauma to triumph: EMDR and advanced performance enhancement strategies. Self-published training materials. San Francisco, CA: Success at Work. Foster, S., & Lendl, J. (1996). Eye movement desensitization and reprocessing: Initial applications for enhancing performance in athletes. Journal of Applied Sport Psychology, 7 (Supplement), 63. Leeds, A.M., & Shapiro, F. (2000). EMDR and resource installation: Principles and procedures for enhancing current functioning and resolving traumatic experiences. In J. Carlson & L. Sperry (Eds.). Brief therapy strategies with individuals and couples. Phoenix, AZ: Zeig/Tucker. Unestahl, L.E. (1982). Better sport by IMT—inner mental training. Orebro, Sweden: Veje. Dott. Matteo SIMONE. Psicologo clinico e dello sport, Psicoterapeuta Gestalt ed EMDR, Ipnoterapeuta. Autore del Libro “Psicologia dello Sport e non solo”. Anno pubblicazione: 2011, il volume affronta le metodiche e le tecniche della psicologia dello sport.

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.

Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^