Inizia l’Anno Internazionale del Rinoceronte. Un impegno importante anche per l’Italia

L’aumento  dell’allarme  per  la  sorte  delle  due  specie  più  rare  di  rinoceronte  di Giava  e  di  Sumatra,  e  la crescente preoccupazione per la crescita della caccia illegale a causa della domanda di corno di rinoceronte che  interessano  tutte  e  cinque  le  specie,  ha  spinto  il  presidente  dell’Indonesia,  Susilo  Bambang Yudhoyono,  a  dichiarare,  a  partire  da  oggi  Giornata  mondiale  dell’Ambiente,  l’inizio  dell’Anno Internazionale del Rinoceronte. Il  presidente  Yudhoyono  ha  preso  questa  decisione,  su  richiesta  della  International  Union  for Conservation of Nature  (IUCN), del WWF  e  delle  altre organizzazioni per  la  conservazione, perché  la futura  sopravvivenza  di  entrambi  i  rinoceronti  di  Giava  e  Sumatra  dipende  dalle  efficaci  azioni  di conservazione nel suo paese. Il Governo indonesiano ha assunto vari impegni per la salvaguardia del rinoceronte, in primis stabilire

una task force pro rinoceronte di alto livello, composta da esperti nazionali ed internazionali; ha destinato risorse sufficienti per far rispettare  la protezione dei rinoceronte rimanenti, e garantire che vi sia un monitoraggio regolare e intensivo di tutte le popolazioni di rinoceronti in Indonesia. Nell’ultimo decennio, due sottospecie di rinoceronte,  il rinoceronte nero occidentale (Diceros  longipes bicornis)  in Camerun e quella  indocinese, del  rinoceronte  di  Giava  (Rhinoceros  sondaicus  annamiticus)  in  Vietnam  si  sono  estinte.  Oggi,  le  popolazioni  di  altre  due  sottospecie,  il  rinoceronte  bianco  settentrionale  (Ceratotherium  simum Cottoni) e la popolazione continentale del rinoceronte di Sumatra (Dicerorhinus sumatrensis lasiotus), sono nell’elenco della Lista Rossa dell’  IUCN  fra  le specie più minacciate, perché sono pericolosamente vicine all’estinzione a causa dell’aumento della caccia illegale e l’uso di corno di rinoceronte. “Il  contrasto  all’estinzione  dei  rinoceronti  passa  da  un  impegno  politico,  come  ha  sempre  il WWF  e  il TRAFFIC  (il programma  internazionale promosso da WWF e  IUCN per  il contrasto al  traffico  illegale di specie).  Il WWF  plaude  all’iniziativa  assunta  dall’Indonesia  che  lancia  un  invito  a  conservare  queste  specie,  in particolare per il rinoceronte  di Giava di cui restano tra i 50 e i 70 individui e il rinoceronte di Sumatra, di cui restano 180-240 individui,  specie particolarmente a rischio. I rinoceronti come gli elefanti,  le  tigri,

  i gorilla e  tutte  le specie  in via di estinzione possono essere salvate solo da un  impegno politico puntale e coordinato. Contrastare  le minacce si può realizzando un patto  tra  i Governi. Questo  può  essere  fatto  promuovendo  con  serietà  trattati  internazionali  come  la  convezione  di Washington  che  consentono  di  combattere  contrabbando  e  sovrasfruttamente  delle  specie  a  scopi commerciali. Un  impegno che anche  l’Italia deve dichiarare e assumersi con  serietà essendo uno dei più  grandi  mercati  al    mondo  di  wildlife,  promuovendo  una  strategia  CITES  (Convenzione  sul commercio  internazionale  delle  specie  di  fauna  e  flora  selvatiche)  nazionale  in  accordo  con  quella internazionale  garantendo  risorse  umane  e  strumentali  in  grado  di  gestire  gli impegni  che  questi accordi richiedono.” Dichiara Massimiliano Rocco responsabile Specie WWF Italia. “Siamo  davvero  felici  dell’annuncio  dell’inizio  dell’Anno  Internazionale  del  Rinoceronte  da  parte  del presidente  dell’Indonesia  e  degli  impegni  assunti  –  spiega  John E.  Scanlon,  Segretario Generale  della CITES – Messaggi politici forti e chiari dalle istituzioni politiche sono necessari per combattere l’uccisione e  il  commercio  illegale  dei  rinoceronti  e  il messaggio  proveniente  dal Presidente  è  assolutamente  forte  e chiaro. Ci auguriamo che questa coraggiosa iniziativa da parte dell’Indonesia servirà da catalizzatore per un ulteriore supporto di alto livello politico e di impegni per proteggere il rinoceronte in natura in tutti gli

Stati interessati”. Misure efficaci di conservazione da parte dei governi dell’ Africa e dell’Asia, in alcuni casi con il supporto di organizzazioni per la conservazione, è riuscita a diminuire il rischio di estinzione del rinoceronte bianco meridionale  (Ceratotherium  simum  simum),  del  rinoceronte  nero  (Diceros  bicornis)  e  del  rinoceronte indiano  (Rhinoceros  unicornis  ).  Questo  dimostra  che  è  possibile,  grazie  a  queste  misure  efficaci  di conservazione, aumentare le popolazioni di rinoceronti ed ora è urgente che queste sia applicate anche per il rinoceronti di Giava e Sumatra, come il Presidente indonesiano ha dichiarato. Le misure urgenti necessarie per garantire la conservazione nel mondo di cinque specie di rinoceronti saranno  discussi  al World Conservation Congress  IUCN  in  Jeju, Repubblica  di Corea,  dal  6  al  15 settembre 2012. Dal  1976  il WWF  combatte,  in  tutto  il  mondo,  il  commercio  illegale  di  specie  con  TRAFFIC  (Trade Records Analysis of Flora and Fauna in Commerce): si tratta di un programma internazionale promosso in collaborazione  tra  il  WWF  e  l’Unione  Mondiale  per la  Conservazione  (IUCN)  che  ha  il  compito  di monitorare  e  combattere  questo  commercio  e  che  in  questi  anni  ha  fatto  tanto  per  salvare  dall’estinzione migliaia di specie. Fonte: WWF Italia

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.

Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^

Share This Post