Home » Promozione Pro-Territory, University News

Madre Terra: Stazione di monitoraggio sismico.“Aiutateci a difenderla”

Inserito da

La Rete sismica nazionale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), monitora l’intera superficie dell’Italia. Nelle aree a maggior rischio sismico e vulcanico, come per esempio la Basilicata, la Calabria, il Molise, la Puglia, la Campania, i tecnici dell’INGV continuano ad istallare stazioni per il controllo del territorio; proprio perché le cinque regioni citate, coincidono con le zone  a più alta pericolosità, come testimonia la Mappa di Pericolosità Sismica Nazionale (zonesismiche.mi.ingv.it). Infatti proprio in queste cinque regioni sono stimate  le più alte probabilità  che si verifichino terremoti nei prossimi 50 anni. Spesso i siti dove sono ubicate le stazioni si trovano in luoghi isolati, su territori con vincoli geoambientali e naturalistici, e quindi la presenza di apparecchiature di vario genere può destare allarme o preoccupazione nella popolazione che, ignara degli scopi per cui tale strumentazione è stata installata, talvolta arriva anche a commettere dei furti o dei danneggiamenti. Per questo motivo, dopo tante esperienze, anche negative, la sede irpina dell’INGV, ha pensato di promuovere una campagna

informativa chiamata “Monitoraggio e informazione”. Questa campagna è finalizzata a sensibilizzare gli abitanti e gli amministratori delle zone in cui sono state installate le stazioni, attraverso la realizzazione di manifesti informativi e conferenze. “Monitoraggio e informazione” consiste nell’organizzazione di incontri di formazione e comunicazione in alcuni comuni strategici, rivolgendosi, in particolare, a tre tipologie di pubblico: gli addetti ai lavori, le scuole, i cittadini. In questo modo, si intende portare sul territorio, non solo ricercatori e tecnici dell’INGV per l’installazione e la manutenzione degli strumenti, ma anche per comunicare ed informare i cittadini sugli scopi e l’utilità del monitoraggio sismico e soprattutto sulla conoscenza del terremoto e del rischio sismico della propria regione. Una serie di appuntamenti tecnico-scientifici sono previsti nei singoli comuni.Il geologo Maurizio Pignone, coordinatore del progetto,  sottolinea che: “ Risulta fondamentale una mirata opera di formazione e informazione riguardante la conoscenza dei terremoti e del rischio sismico, soprattutto nei comuni che ospitano siti dove sono posizionate le stazioni di monitoraggio della rete sismica nazionale. Faccio quindi appello ai sindaci e alla popolazione tutta, a partecipare agli incontri previsti e dare un utile supporto all’ attenzione e cura alla strumentazione all’uopo istallata e rendere la popolazione consapevole dell’importanza delle attività svolte dall’INGV all’interno delle loro comuni”. I prossimi incontri sono previsti a Sala Consilina (Salerno); Celico (Cosenza); Santa Croce di Magliano (Campobasso). www.gm.ingv.it.  Fonte: INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.

Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^