Home » Buone Notizie

Commercio estero: vola alimentare in Cina (+36,3%)

Inserito da

Vola l’alimentare Made in Italy in Cina dove aumentano del 36,3 per cento il valore delle esportazioni che contribuiscono a trainare le buone performance fatte registrare dalle esportazioni del settore a livello mondiale (+12,7 per cento). E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sui dati relativi al commercio estero nel mese di febbraio divulgati dall’Istat. Il settore alimentare mette a segno – sottolinea la Coldiretti – un aumento del 9,3 per cento delle esportazioni nei paesi dell’Unione Europea e del 19,1 per cento in quelli extra comunitari anche grazie alla crescita della domanda del gigante asiatico. Il risultato prosegue il trend positivo del Made in Italy sulle tavole in Cina dove l’Italia – precisa la Coldiretti – ha esportato cibo e bevande per un valore di 248 milioni di euro nel 2011 in aumento del 30 per cento rispetto al 2010. A piacere ai cinesi, oltre ai vini per un importo di 67 milioni di euro in crescita record del 63 per cento, ci sono – continua la Coldiretti – l’olio di oliva con 24 milioni di euro in crescita del 4 per cento, i dolci ed i biscotti con 10 milioni di euro (+20 per cento), la pasta con 5,3 milioni con un incremento del 60 per cento e formaggi 2,7 milioni in aumento del 42 per cento. E’ comunque lo spumante italiano a far registrare il maggior aumento della domanda in Cina dove il consumo è piu’ che triplicato (+235 per cento) nel 2011 anche grazie alla presenza di almeno 2,7 milioni di persone con un patrimonio personale netto di oltre 6 milioni di yuan (oltre 600.000 euro) che apprezzano il cibo italiano, secondo il rapporto sul consumo dei beni di lusso da parte dei cinesi, redatto

dalla Industrial Bank in collaborazione con l’Istituto di ricerca Hurun. Il balzo della domanda di spumante italiano in Cina, dove sono state spedite 7,6 milioni di bottiglie, soprattutto di Prosecco, nel 2011 traina in realtà – sottolinea la Coldiretti – le esportazioni di tutto il comparto agroalimentare. Tuttavia – sostiene la Coldiretti – la bilancia commerciale nell’agroalimentare risulta ancora fortemente squilibrata con gli arrivi dalla Cina in Italia che in valore sono stati di 589 milioni di euro nel 2011, in aumento del 18 per cento e pari a piu’ del doppio delle esportazioni del Made in Italy nel gigante asiatico. Dalla Cina in Italia – precisa la Coldiretti – arrivano soprattutto concentrato di pomodoro, aglio, semilavorati di frutta e verdura e legumi secchi. Per riequilibrare i rapporti è necessario – conclude la Coldiretti – rimuovere le barriere commerciali ancora presenti in Cina. Nonostante il miglioramento dei rapporti con l’apertura ad alcune produzioni italiane, rimangono ancora importanti le barriere fitosanitarie che limitano l’esportazione di prodotti ortofrutticoli poiché i dossier devono essere discussi prodotto per prodotto e questo provoca una notevole lungaggine nelle trattative. Fonte: Coldiretti ~ Segnalazione: Molino Andriani produce delizie senza glutine dalla tradizione pugliese, per un’alimentazione dietetica, sana e appetitosa; pasta di mais, riso, pasta per celiaci e altre simili bontà. Visita sito: Molino Andriani. N.d.R.

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.

Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^