Home » BioSalute, University News

Intervento miracoloso a Milano, reimpiantato braccio strappato in un incidente sul lavoro

Inserito da

All’Ospedale San Giuseppe di Milano ( MultiMedica) è stato effettuato con successo il primo macroreimpianto di arto della storia di questo ospedale. Milano, 11 Aprile 2012 – In pochi mesi il livello qualitativo del nuovo reparto di Chirurgia della Mano dell’Ospedale S. Giuseppe (MultiMedica) ha eguagliato la storica e importante esperienza dell’IRCCS MultiMedica di Sesto S.G. per quanto riguarda il macroreimpianto d’arto. L’ospedale San Giuseppe rende noto solo ora questo importante traguardo perché in casi come questo le gravi condizioni del segmento strappato e le condizioni generali del paziente pongono serie riserve sulla prognosi, anche per il rischio postoperatorio di sindrome da rivascolarizzazione. Rischio che a 30 giorni dall’intervento si può dire superato. “Dopo l’intervento il paziente è stato mantenuto sotto osservazione in terapia intensiva post operatoria per 48 ore circa – dice il Prof. Giorgio Pajardi Responsabile Unità Operativa di Chirurgia della Mano – Da subito si è rilevata

l’ottima vascolarizzazione dell’arto e non sono state riscontrate problematiche sistemiche. Tuttavia solo oggi mi sento di dire che l’intervento è stato un successo. Il paziente sta bene e il decorso clinico è ottimale”. Il paziente è un agricoltore bresciano che il 12 marzo, mentre lavorava con la sua macchina agricola, si è visto “strappare” il braccio dalla stessa. La macchina gli ha procurato l’amputazione completa con disarticolazione del gomito sinistro (meccanismo da strappamento). Subito dopo l’incidente, il paziente è stato portato in altri ospedali, che avendo valutato l’entità del danno subito l’hanno indirizzato all’unica équipe Lombarda in grado di affrontare questo caso, quella del Prof. Giorgio Pajardi. In meno di due ore dall’accaduto il paziente è giunto al S. Giuseppe di Milano. L’intervento è cominciato alle 13,30 ed è durato 5 ore durante le quali sono state effettuate  riparazioni vascolari, nervose, ossee e muscolari. Il complesso intervento e stato eseguito dai dottori Andrea Ghezzi ed Erica Cavalli che hanno lavorato sotto la guida del prof. Giorgio Pajardi e in sinergia con il gruppo di Anestesisti rianimatori del dottor Andrea Albertin. “In accordo con le linee guida internazionali, abbiamo impostato da subito la fisioterapia per l’arto reimpiantato – continua Pajardi – e poiché c’era anche un trauma toracico importante è prevista anche una riabilitazione respiratoria”. La cura del paziente sarà completata eseguendo un ulteriore intervento finalizzato alla copertura cutanea delle lesioni residue, o tramite sostituti dermici, oppure utilizzando segmenti di cute bioingegnerizzata. Fonte: Gruppo MultiMedica ~ Il Gruppo MultiMedica è inserito nel Sistema Bibliotecario Biomedico Lombardo. N.d.R.

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.

Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^