Home » GoodPeople

Noi siamo favorevoli alle pellicce ma solo se le indossano i legittimi proprietari!

Inserito da

Stop agli allevamenti di animali “da pelliccia”. Fino al 30 ottobre votazione on-line per assegnare il premio “people’s choise award” ai finalisti del design against fur, concorso internazionale promosso in Italia dalla LAV Si sono già espressi contro gli allevamenti di animali “da pelliccia”, ma ora attendono il responso del popolo del web per aggiudicarsi il premio People’s Choice Award: scade, infatti, il 30 ottobre la votazione online Per i finalisti della 9° edizione del Concorso Internazionale Design Against

Fur, organizzato ogni anno in quattro grandi aree – Europa-Internazionale, Cina, Russia, Irlanda – per la realizzazione di manifesti contro le gravi sofferenze inflitte agli animali per la produzione di pellicce. Il pubblico online potrà scegliere, entro il 30 ottobre, la creazione migliore e consentire a uno studente, fra i primi classificati per ogni area geografica in cui si è svolto il concorso, di vincere il premio finale di 500,00 dollari. Il tema di quest’anno ha riguardato gli allevamenti di animali “da pelliccia”, vere e proprie industrie, dove sono allevati milioni di animali utilizzati per realizzare pellicce e guarnire abiti e accessori vari (dai colli dei giacconi, ai guanti, calzature, borse e altri accessori). L’85% della produzione mondiale di pellicce, deriva da animali appositamente allevati in allevamenti intensivi e dislocati prevalentemente in Europa (che detiene circa il 60% della produzione mondiale di pelli), ma anche in Cina (25% della produzione mondiale), Stati Uniti (poco più del 5%), Canada (4%), Russia (3%) e altri Paesi. Un business basato sulle sofferenze di almeno 70 milioni di animali ogni anno. “Anche quest’anno molti studenti di ogni

parte del mondo hanno espresso la propria contrarietà verso questa produzione che infligge sofferenze e morte a milioni di animali – dichiara Simone Pavesi, responsabile LAV Campagne anti-Pellicce e coordinatore in Italia del DAF – Con la loro creatività hanno saputo evidenziare le criticità insite nell’allevamento di animali per la produzione di pellicce, una pratica che vede la maggioranza degli italiani fortemente contrari: l’83% degli italiani secondo Eurispes in “Rapporto Italia 2011”.Tra i finalisti del concorso, una menzione particolare l’hanno ricevuta due studenti italiani, Azzurra Pallucca dell’Università di Firenze Facoltà di Architettura e Mattia Verzola dell’Istituto Greggianti di Ostiglia (MN). Belga è lo studente classificatosi primo, mentre sono americani gli studenti arrivati al secondo e al terzo posto, che si sono aggiudicati rispettivamente i 700, i 300 e i 150 euro in palio.  Tutti gli artworks sono visibili sul sito . Fonte: LAV Lega Anti Vivisezione

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.

Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^

Good News, good, news, network, positive, uplifting, l’agenzia di buone notizie e ufficio comunicati stampa online di informazione alternativa e positiva, di salute naturale ecoturismo bioedilizia, agricoltura biologica, alimentazione naturale, energie alternative fantascienza, misteri, parapsicologia, lavoro etico, autoaiuto, selfhelp, webreader, sapere.it