Home » Buone Notizie, University News

Etruscanning 3D. L’Olanda Impazzisce per gli Etruschi. Ricostruzione virtuale di tomba etrusca

Inserito da

Un’installazione realizzata dall’Itabc-Cnr consente di visitare la tomba Regolini Galassi ricomposta come era al momento della sua scoperta. La ricostruzione, frutto di un progetto europeo, è stata presentata ad Amsterdam per l’inaugurazione di due mostre dedicate alla cultura etrusca. Entrare nella tomba etrusca con gli occhi dei suoi scopritori Vincenzo Galassi e Alessandro Regolini, ammirando il prezioso corredo funebre al suo posto, intatto, come quando fu aperta per la prima volta nel 1836. Un’esperienza possibile grazie alla ricostruzione virtuale realizzata dall’Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del Consiglio nazionale delle ricerche (Itabc-Cnr), ospitata in due mostre olandesi dedicate agli Etruschi: ‘Richness and Religion at the Etruscans – Princes and Priests’ e ‘Princesses and Goddesses’ inaugurate in questi giorni ad Amsterdam e a  Leiden. La tomba risalente alla metà del VII secolo a.C., nota per aver restituito manufatti di elevatissimo pregio, fu scoperta dall’arciprete Regolini e dal generale Galassi durante uno scavo nella necropoli del Sorbo a Cerveteri. Formata da più celle, vi erano stati sepolti una principessa, inumata e ornata da un pettorale in oro, e un uomo incinerato, presumibilmente un guerriero. La ricostruzione virtuale, che ha permesso di riunire il famoso sepolcro con il suo corredo, custodito presso il Museo gregoriano etrusco dei Musei vaticani, è il primo frutto del progetto europeo ‘Etruscanning 3D’ e nasce dall’evoluzione di quella sviluppata dal Cnr per la scena giottesca ‘La conferma della Regola’ nella Basilica Superiore di Assisi. “La struttura, acquisita con laser scanner, è stata ricostruita in 3D come doveva essere subito dopo la sua chiusura, o almeno come la documentarono gli scopritori, ma anche alla luce dei più recenti studi”, spiega Eva Pietroni dell’Itabc-Cnr. “Il pubblico può esplorarla, avvicinarsi agli oggetti ascoltandone la narrazione, sentire il racconto dalla voce dei defunti. Tutto senza

usare joystick, mouse, tastiere ma con il solo movimento del corpo, spostandosi sopra una grande mappa della tomba in cui sono indicati i punti sensibili, nello spazio antistante la proiezione di 12 mq.”. Si parte dalla struttura esterna, un tumulo monumentale, per accedere attraverso un corridoio (dromos) nel cuore del sepolcro. Tra i manufatti un calderone con l’holmos che serviva a sorreggerlo, il raro carro funebre e il letto che vi veniva probabilmente posto, anfore in terracotta, un’urna, un calamaio con lettere incise, spiedi, alari, contenitori, vasellame. Nella cella principale si ha l’impressione di poter toccare la principessa distesa sul letto, che riluce per il suo pettorale d’oro appoggiato sulla veste bianca, tra il vasellame d’argento. Fonte: CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche. ~ Gli Etruschi erano un’etnia dell’Italia arcaica attestatosi in una zona chiamata Etruria, conforme alla Toscana, all’Umbria fino al fiume Tevere e al Lazio del nord, con prolungamenti in Liguria e verso l’area padana dell’Emilia-Romagna e della Lombardia. La civiltà etrusca sbocciò dal X secolo a.C. e fu risolutivamente assorbita nella civiltà romana entro la fine del I secolo a.C. al termine di un lungo processo di occupazione e acquisizione culturale che ebbe inizio con la data famosa della conquista di Veio da parte dei romani nel 396 a.C. «È in verità impressionante il costatare che, per due volte nel VII secolo a.C. e nel XV d.C., pressoché la stessa regione dell’Italia centrale, l’Etruria antica e la Toscana moderna, sia stata il focolaio decisivo della civiltà Italiana.». (Jacques Heurgon, Vita quotidiana degli etruschi.) N.D.R.

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.

Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^

Good News, good, news, network, positive, uplifting, l’agenzia di buone notizie e ufficio comunicati stampa online di informazione alternativa e positiva, di salute naturale ecoturismo bioedilizia, agricoltura biologica, alimentazione naturale, energie alternative fantascienza, misteri, parapsicologia, lavoro etico, autoaiuto, selfhelp, webreader, sapere.it