Fiocco rosa al Bioparco, è venuta al mondo una nuova zebra

Ancora una nascita al Bioparco di Roma! Nella notte tra il 29 e il 30 settembre è nata una femmina di zebra di Grevy, specie ad alto rischio di estinzione.La mattina i guardiani del reparto erbivori hanno trovato la piccola già in piedi nel recinto esterno, in ottima salute. In questi giorni la puledra non si allontana mai dalla mamma che la allatta spesso per tutto il corso della giornata.La mamma si chiama Bella ed era già in attesa quando è arrivata al Bioparco dal Parco Natura Viva, a fine 2010.La zebra di Grevy presenta delle differenze rispetto alla zebra comune: ha le strisce più sottili e fitte, è più alta e ha le orecchie più grandi. La specie è inserita in diversi progetti di conservazione in situ che si concentrano sulla protezione delle risorse idriche dei luoghi in cui vive (aree di abbeveraggio), sulla gestione delle aree protette dove è presente, sulla conservazione delle comunità ecologiche di cui fa parte e sul monitoraggio degli individui allo stato selvatico. Il  Presidente Paolo Giuntarelli, felice di questa nuova

nascita, ne sottolinea l’importanza: di questi animali ne sopravvivono soltanto 2.000 individui in natura. Infatti la specie rientra nel programma europeo di conservazione per le specie minacciate (EEP) a cui il Bioparco partecipa. La Zebra di Grevy è indicata come Endangered nella lista rossa delle specie minacciate redatta dall’IUCN (Unione Mondiale per la Conservazione della Natura). LA ZEBRA DI GREVY;  classe: MAMMALIA.  Ordine: PERISSODACTYLA. Famiglia: EQUIDAE. Erbivora, vive nelle praterie aride e semi-aride dell’Etiopia e del Kenya ed è molto legata alle zone con presenza di acqua. Non forma mandrie permanenti e i legami sociali tra gli individui sono solo di natura temporanea. Per attrarre un numero elevato di femmine durante il periodo riproduttivo i maschi difendono un territorio ricco di cibo e acqua. Dopo una gestazione di circa 13 mesi nasce un solo piccolo che dopo un’ora è già in grado di camminare e di correre. Alla fine degli anni ’70 la popolazione di Zebra di Grevy era stimata in circa 15.000 esemplari, attualmente se ne contano circa 2.000. Le principali minacce sono dovute alla deviazione dell’acqua dai fiumi per l’irrigazione, alla competizione con il bestiame domestico e al bracconaggio per la carne e la pelle. Curiosità;  Si pensa che le strisce delle zebre abbiano una funzione mimetica utile a disorientare i predatori.Teorie più recenti propongono che possano avere anche una funzione sociale, promuovendo la coesione del gruppo e stimolando il ‘grooming’ (pulizia reciproca). Fonte: Bioparco di Roma

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.

Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^

Good News, good, news, network, positive, uplifting, l’agenzia di buone notizie e ufficio comunicati stampa online di informazione alternativa e positiva, di salute naturale ecoturismo bioedilizia, agricoltura biologica, alimentazione naturale, energie alternative fantascienza, misteri, parapsicologia, lavoro etico, autoaiuto, selfhelp, webreader, sapere.it

Share This Post