Apre al Bioparco la nuova area dedicata alle scimmie più piccole del mondo

Al  Bioparco  di  Roma  è  nata  la  nuova  area  delle  scimmie più piccole  del mondo in cui sono ospitati Tamarini imperatore, Tamarini edipo e Uistitì pigmei, animali a serio rischio di estinzione. Sono primati appartenenti alla grande famiglia dei  Callitricidi, che annovera ben 42 specie, distribuite unicamente in Centro-Sud America,  con  una maggior  concentrazione  nella Regione Amazzonica,  gran  parte  delle  quali sono  fortemente  minacciate  a  causa  della  deforestazione,  della  frammentazione  dell’habitat  ed  il bracconaggio.  Il  loro peso varia  tra  i 100 grammi del uistitì pigmeo, una delle  specie presenti nella nuova area, ai 900 grammi del leontocebo.Con il loro manto setoso, le lunghe code e una vasta gamma di ciuffi, criniere, creste, baffi e frange, sono tra i primati più singolari e colorati del Sud-America. Il nome che identifica la famiglia deriva infatti dal greco kallíthrix e significa “colui che ha una bella chioma”. Questi  primati  si  distinguono  dalle  altre  scimmie  per alcune caratteristiche uniche:  le  dimensioni  molto ridotte; le unghie simili ad artigli che permettono loro di arrampicarsi agilmente sui tronchi degli alberi; un pollice non opponibile. Inoltre, maschi e femmine

sono molto simili, tanto che i primi ricercatori tendevano a confondere  i due sessi, anche perché in questi animali molto spesso è  il padre a prendersi cura dei piccoli insieme  al  resto  del  gruppo.  Un’altra  particolarità, molto rara nei primati, è l’alta frequenza di parti gemellari, che avvengono nell’80% dei casi. CHI C’È AL BIOPARCO E ALCUNE CURIOSITÁ; Nella nuova area del Bioparco – che si sviluppa su oltre mq 300 – sono presenti: – 4  Uistitì  pigmeo  –  la  più  piccola  scimmia  esistente  al  mondo con  i  suoi  100  gr  di  peso.  Il  nome  inglese marmoset, utilizzato come sinonimo di uistitì, deriva dal francese mormouset che vuol dire figura grottesca. Gli uistitì  hanno  una  caratteristica  unica  fra  i  primati:  si  nutrono di gomme, linfe, resine e lattici grazie ad  un adattamento morfologico dei denti. – 2 Tamarini imperatore – che devono il nome ai lunghi e vistosi baffi bianchi, abitualmente ripiegati verso l’alto dagli imbalsamatori dell’800, come quelli di Guglielmo II, Imperatore di Germania.  – 2 Tamarini edipo, il cui nome deriva dal latino Saguinus oedipus. I Tamarini  fanno parte dell’EEP  (Programma Europeo di conservazione delle specie) e provengono da strutture aderenti all’Eaza (Associazione Europea Zoo e

Acquari).  La nuova area e gli oltre 100 mq di percorso educativo interno sono stati realizzati grazie al contributo del Ministero dell’Ambiente  e della Tutela del Territorio  e del Mare,  da  sempre  impegnato per  combattere  la piaga del commercio illegale di animali e piante, una delle principali cause di minaccia per molte specie.   “E’ importante sottolineare che  l’arrivo di questi animali  si  inserisce nell’ambito delle  iniziative svolte dal Bioparco  in  occasione  dell’Anno  Internazionale  delle  Foreste  indetto  per  il  2011  dall’ONU  – spiega  il Presidente  della  Fondazione  Bioparco  di  Roma,  Paolo  Giuntarelli  – questi primati  vivono  nel  bacino amazzonico e sono ambasciatori di ambienti sempre più minacciati dalla presenza dell’uomo che deforesta ad un ritmo incessante”. DOMENICHE SPECIALI  –  Per  festeggiare  insieme  alle  famiglie  la  novità,  domenica  2  e  9  ottobre saranno organizzate dalle ore 10.00 alle 16.00 le seguenti attività gratuite (comprese nel costo del biglietto): visite accompagnate nell’area; face painting per trasformarsi in piccole scimmie e la lettura animata di Tino, il tamarino piccino. Nell’ambito delle giornate sarà possibile adottare il Tamarino imperatore.  Fonte: Fondazione Bioparco di Roma

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.



Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^

Good News, good, news, network, positive, uplifting, l’agenzia di buone notizie e ufficio comunicati stampa online di informazione alternativa e positiva, di salute naturale ecoturismo bioedilizia, agricoltura biologica, alimentazione naturale, energie alternative fantascienza, misteri, parapsicologia, lavoro etico, autoaiuto, selfhelp, webreader, sapere.it

Share This Post