Baratti: Cane Bagnino Salva Bambino di cinque anni che Rischiava di Annegare

Il bambino era in mare in compagnia di un amichetto e di un adulto nonostante la bandiera rossa e il mare in burrasca. L’intervento congiunto del bagnino, dell’operatore della Scuola Addestramento Unità Cinofile da Salvataggio e del cane bagnino ‘Eva’ ha evitato il peggio. Già l’anno scorso la medesima unità cinofila aveva salvato due adolescenti sempre a Baratti. Nel primo pomeriggio di Sabato 27 Agosto, viste le pessime condizioni meteo marine, ben tre unità cinofile della S.A.U.C.S. Costa

Maremmana stavano pattugliando la spiaggia del Golfo di Baratti, due presso la zona della “Perla” e una presso la zona della Scuola di Vela. Verso le ore 15.00, poiché il vento di maestrale stava soffiando con grande intensità, sollevando imponenti onde e creando forti correnti di risacca, i bagnini delle torrette e le unità cinofile in pattugliamento hanno incominciato a fischiare ai bagnanti affinché uscissero celermente dal mare ormai quasi in burrasca. La zona antistante alla Scuola di Vela era la più affollata ed è proprio in quel punto che Gabriele Scaffai insieme alla sua Golden retriever Eva e il bagnino dell’ANPAS Paolo Spataro ha intravisto tra le onde, a una cinquantina di metri da riva, un uomo di circa quarantacinque anni con un bambino e una bambina di cinque anni d’età. A causa delle forti correnti l’uomo aveva enormi difficoltà a tenere con sé entrambi i bimbi e l’intervento congiunto dell’unità cinofila e del bagnino è stato immediato. Non appena si sono tuffati per andare in soccorso, l’uomo ha chiesto aiuto perché la corrente gli aveva letteralmente strappato di mano il bambino, portandolo in

brevissimo tempo a oltre centro metri da riva. Mentre il quarantacinquenne riusciva a tornare da solo sulla spiaggia con la bambina, Gabriele Scaffai con Eva e il bagnino Paolo Spataro hanno incominciato a nuotare in direzione del bimbo che veniva in continuazione sommerso dalle onde. Il primo a raggiungerlo è stato lo Spataro, ma nell’impresa di tenerlo a galla è stato anch’egli sommerso da una forte ondata che ha allontanato di nuovo il bimbo portandolo sott’acqua. A quel punto è intervenuto Gabriele Scaffai che è riuscito ad afferrarlo in extremis per una mano e metterlo in sicurezza. Pochi secondi ed ecco a pochi metri sbucare tra i flutti anche Eva, il cane bagnino che stava coraggiosamente nuotando verso Gabriele, il proprio conduttore. Il tempo di afferrare l’imbragatura da salvataggio indossata da Eva e in pochi minuti ci ha pensato lei a riportare a riva tutti quanti sani e salvi. Dalla scorsa stagione sono già dieci le persone tratte in salvo dai cani da salvataggio della SAUCS Costa Maremmana che operano nelle spiagge dei comuni di Castiglione della Pescaia e Piombino. Fonte: Scuola Cani Salvataggio Toscana – S.A.U.C.S. Costa Maremmana

Promuovi la tua attività Green con Good News, per un mondo più verde! Clicca qui: ECO partners

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, con una tua donazione ≈ un € x un sorriso
Redazione & Pubblicità Tel. 380 2664166 Scrivi a: goodnews@goodnews.ws

Futuro Verde: la Casa Ecologica con Bioedilizia e Energie Alternative

Come depurare l’acqua del rubinetto risparmiando soldi e guadagnando salute

Share This Post