Turismo Sostenibile: ecco le Strutture Consigliate da Legambiente

Differenziano i rifiuti e risparmiano energia, offrono servizi di mobilità sostenibile, informazioni ambientali, gastronomia eccellente con prodotti tipici e il meglio del made in Italy. Sono le strutture turistiche aderenti all’etichetta ecologica di Legambiente Turismo che, anche per il 2011 al termine dei controlli, segnala le migliori. L’associazione segnala i 23 migliori ‘ecoalberghi &c’ tra le oltre 400 aziende aderenti all’etichetta ecologica di Legambiente Turismo sparsi tra Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Abruzzo, Campania, Sicilia, Roma e Salento. Menzione speciale per il gruppo di strutture delle province di Ogliastra e Nuoro. Cartellino rosso per 6 strutture ricettive giudicate “non idonee”. In 7 aziende verifiche a sorpresa entro la fine della stagione.Quest’anno sono 23 gli hotel, campeggi, residenze turistico alberghiere, b.&.b., agriturismi, osterie e ristoranti che gli esperti di Legambiente hanno giudicato essere il top e sono sparsi un po’ in tutta Italia dalla Lombardia alla Sicilia passando per l’Emilia Romagna, la Toscana e la Sardegna.Legambiente Turismo – con 402 strutture ricettive e turistiche aderenti all’etichetta ecologica dell’associazione, che conta oltre 65.000

posti letto e circa 6 milioni di presenze, si conferma anche nel 2011 l’iniziativa più importante in  Italia (e la seconda a livello europeo e mondiale) per il miglioramento e la valorizzazione ambientale del turismo. “Anche nella crisi economica – ha detto il presidente nazionale Luigi Rambelli – l’ambiente è sempre più un fattore competitivo, come sottolineano le rilevazioni di mercato che indicano come l’apprezzamento per il paesaggio, per i beni culturali e ambientali e la qualità del cibo siano gli elementi che ancora salvano la nostra “industria” del viaggio”. Tutte le imprese selezionate – ha aggiunto Rambelli – oltre ad aver onorato gli impegni obbligatori concordati hanno aggiunto innovazioni nell’uso razionale delle risorse naturali, si sono adoperate per la tutela dell’ambiente e delle destinazioni di vacanza”.Questo l’elenco delle strutture selezionate: LOMBARDIA (3): la Casa Vacanza il Castello di Zorzino (BG) “per la promozione del territorio”, il Cocca Hotel di Sarnico (BG) “Amico del Clima per l’innovazione energetica”, l’Agriturismo Clarabella di ISEO (BS) per l’impegno sociale. LIGURIA (2): l’Hotel Sette Archi di Bocca di Magra (SP) per l’uso e la promozione dei prodotti locali; i Bagni Garibaldi di Finale Ligure per l’Impegno sociale; EMILIA-ROMAGNA (7): l’Hotel Estate di Rimini per il buffet della prima colazione; l’Hotel Magic di Riccione per l’alimentazione con prodotti locali e la gestione energetica – il Camping Marecchia di Pennabilli (RN) “per l’integrazione tra turismo, arte e paesaggio”, l’Hotel Antares di Cervia (RA) per la gestione complessiva”, il Park Gallanti Village di Lido di Pomposa (FE) per la gestione complessiva; l’Agriturismo Lama di Valle Rosa di San Martino (FE) e il B&B I Casolari di Aguscello (FE) quali “amici del clima” per l’innovazione energetica.TOSCANA (4): L’Agriturismo Le Due Ruote di Alberese (GR) per

la Promozione del territorio; il B&B Albergo I Villini di Pontassieve, per la riduzione dei rifiuti, il riciclaggio e il riuso, il Bagno Oliviero di Marina di Massa (LU) per la gestione complessiva, l’Hotel Montemerlo di Fetovaia (Isola d’Elba – LI)) quale “Amico del clima”.ABRUZZO (2): Hotel Baltic di Giulianova Lido (TE) e l’Hotel Sympathy di Villa Rosa di Martinsicuro (TE), per l’iniziativa di promozione della bici.LAZIO (1): l’Eco Hotel di Roma (RN) quale “Amico del clima” per l’innovazione energetica. CAMPANIA (2): il Villaggio Baia del Silenzio di Caprioli di Pisciotta (SA) per la gestione, il Ristorante Il Panigaccio di Eboli per la gestione complessiva e l’innovazione strutturale ed energetica. PUGLIA (1): la Trattoria Retrò di Castrignano del Capo (LE), “per la gestione complessiva”. SICILIA (1): l’Agriturismo Il Granaio di Modica (RG) quale amico del Clima per l’innovazione energetica.SARDEGNA (1) : Menzione speciale a tutti gli aderenti (9) a Legambiente Turismo nelle province di Ogliastra e Nuoro per l’ottima gestione delle aziende e il lavoro di gruppo. I controlli effettuati dall’associazione ambientalista non hanno, però, rilevato soltanto le eccellenze e hanno consentito di riscontrare anche alcune criticità rispetto gli impegni assunti. Legambiente Turismo ha deciso un richiamo per 7 aziende che si sono limitate a strappare la sufficienza. Cartellino rosso invece per 6 strutture ricettive alle quali a fine anno verrà ritirata l’etichetta di Legambiente Turismo. Si tratta di casi nel quali sono state evidenziate inadempienze gravi rispetto agli impegni concordati all’interno dei rispettivi progetti locali o hanno rifiutato il controllo annuale. Ci sarà un ripasso per altre 6 strutture per le quali si è ritenuto di dovere acquisire nuovi elementi e quindi sono state previste visite supplettive entro la stagione in corso. – Gli Alberghi ecologici sono strutture ricettive

che, anche nelle località del turismo più tipicamente di massa, praticano la sostenibilità ambientale e sposano la vocazione ricettiva a quella ecologica. Raccolta differenziata, efficienza energetica, fonti rinnovabili, riduzione dei consumi di acqua, prodotti tipici a chilometri zero, tagli all’inquinamento acustico: questi alberghi si propongono come uno dei protagonisti della costruzione di un nuovo modello di sviluppo. Gli Alberghi ecologici nascono in Emilia Romagna, da un’iniziativa di Legambiente. Oggi al progetto aderiscono centinaia di strutture in tutt’Italia, che garantiscono al turista vacanze a bassissimo impatto ambientale. Le aziende (ora non più solo alberghi ma anche campeggi, ristoranti, stabilimenti balneari) adottano procedure stilate dall’associazione ambientalista che riguardano la preparazione dei pasti in cucina, le pulizie, gli acquisti, la raccolta differenziata, l’installazione di dispositivi per il risparmio idrico ed energetico. Si impegnano a scegliere ed offrire ai clienti prodotti della terra freschi di stagione, provenienti da agricoltura biologica delle campagne vicine, privilegiando le produzioni tipiche locali. Una visione e una prassi del turismo di cui si avvantaggiano non solo i clienti, ai quali viene offerto un maggiore contatto con la cultura e le tradizioni del posto, ma l’intero territorio, che in questi alberghi trova un fattore di sviluppo condiviso. Diventano, infatti, dei poli informativi sul patrimonio naturale, storico e culturale del luogo. E con iniziative per migliorare i servizi, con progetti per la pulizia dei centri abitati, per la raccolta efficiente ed il riciclaggio dei rifiuti, per la costruzione di piste ciclabili, per un trasporto pubblico più efficiente, gli alberghi ecologici prendono parte al miglioramento della qualità della vita nelle città. Fonte:  LEGAMBIENTE

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.



Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^

Good News, good, news, network, positive, uplifting, l’agenzia di buone notizie e ufficio comunicati stampa online di informazione alternativa e positiva, di salute naturale ecoturismo bioedilizia, agricoltura biologica, alimentazione naturale, energie alternative fantascienza, misteri, parapsicologia, lavoro etico, autoaiuto, selfhelp, webreader, sapere.it,

Share This Post