Una Cartolina dallo Spazio Extragalattico?

Una galassia a spirale che ricorda la Via Lattea. Gli astronomi dell’ESO hanno utilizzato lo strumento WFI (Wide Field Imager) installato sul telescopio da 2.2 metri dell’MPG/ESO per riprendere NGC 6744. Questa impressionante galassia a spirale si trova a circa 30 milioni di anni luce dalla Terra, nella costellazione del Pavone. Ma questo paesaggio potrebbe quasi rappresentare una cartolina della nostra Via Lattea, uno scatto preso da un nostro amico extragalattico, tanto questa galassia assomiglia alla nostra. Vediamo NGC 6744 quasi di “faccia”, abbiamo cioè una magnifica vista a volo d’uccello della struttura della galassia. Se avessimo i mezzi tecnologici per sfuggire alla Via Lattea e osservarla dallo spazio intergalattico, questo sarebbe più o meno lo spettacolo che si aprirebbe davanti a noi – appariscenti braccia a spirale che avvolgono un nucleo denso e allungato e un disco di polvere. Si vede anche una piccola galassia vicina di forma distorta – NGC 6744A, la piccola macchia in basso a destra

rispetto a NGC 6744, che ricorda una delle vicine della Via Lattea, le Nubi di Magellano. Una delle differenze tra NGC 6744 e la Via Lattea è la dimensione. Mentre la nostra galassia ha un diametro di circa 100 000 anni luce, la galassia qui raffigurata è grande quasi il doppio. Nonostante ciò, NGC 6744 è simile in modo provocante a come un osservatore lontano potrebbe vedere la nostra dimora galattica.Questo spettacolare oggetto è una delle più grandi e vicine galassie a spirale. Anche se ha una luminosità pari a 60 miliardi di soli, la sua luce è sparsa su una grande area di cielo – circa due terzi della dimensione della luna piena, facendo sì che la galassia, osservata con un piccolo telescopio, appaia come una macchia sfuocata con un centro molto luminoso. E invece è uno degli oggetti più belli del cielo australe e può essere identificata dagli astronomi dilettanti grazie alla forma  ovale che contrasta con un ricco sfondo di stelle.Con i telescopi professionali, come il 2,2 metri dell’MPG/ESO a La Silla che ha ottenuto questa immagine, NGC 6744 mostra tutto il suo splendore. I bracci a spirale striati di polvere ospitano molte zone di formazione stellare (che qui splendono in rosso) e disegnano la forma appariscente di questa sosia della Via Lattea.Questa veduta è stata ottenuta con lo strumento WFI (Wide Field Imager) montato sul telescopio da 2,2 metri all’Osservatorio di La Silla in Cile. L’immagine è composta da diverse esposizioni prese attraverso vari filtri che fanno passare la luce blu, quella giallo-verde e quella rossa così come l’emisisone dell’idrogeno gassoso. Questi filtri sono resi

nell’immagine finale colorandoli rispettivamente di blu, verde, arancione e rosso.Ulteriori Informazioni;L’ESO (European Southern Observatory) è la principale organizzazione intergovernativa di Astronomia in Europa e l’osservatorio astronomico più produttivo al mondo. È sostenuto da 15 paesi: Austria, Belgio, Brasile, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Olanda, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, e Svizzera. L’ESO svolge un ambizioso programma che si concentra sulla progettazione, costruzione e gestione di potenti strumenti astronomici da terra che consentano agli astronomi di realizzare importanti scoperte scientifiche. L’ESO ha anche un ruolo di punta nel promuovere e organizzare la cooperazione nella ricerca astronomica. L’ESO gestisce tre siti osservativi unici al mondo in Cile: La Silla, Paranal e Chajnantor. Sul Paranal, l’ESO gestisce il Very Large Telescope, osservatorio astronomico d’avanguardia nella banda visibile. L’ESO è il partner europeo di un telescopio astronomico di concetto rivoluzionario, ALMA, il più grande progetto astronomico esistente. L’ESO al momento sta progettando l’European Extremely Large Telescope o E-ELT (significa Telescopio Europeo Estremamente Grande), di 42 metri, che opera nell’ottico e infrarosso vicino e che diventerà “il più grande occhio del mondo rivolto al cielo”. Contatti: Anna Wolter INAF-Osservatorio Astronomico di Brera Milano, ITALY – Richard Hook ESO, La Silla, Paranal, E-ELT and Survey Telescopes Public Information Officer Garching bei München, Germany. Fonte: ESO European Organisation for Astronomical Research

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.


Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

 

^ SHOPPING ^

Good News, good, news, network, positive, uplifting, l’agenzia di buone notizie e ufficio comunicati stampa online di informazione alternativa e positiva, di salute naturale ecoturismo bioedilizia, agricoltura biologica, alimentazione naturale, energie alternative fantascienza, misteri, parapsicologia, lavoro etico, autoaiuto, selfhelp, webreader, sapere.it,

Share This Post