Coop lancia una nuova campagna contro la deforestazione

COOP, la più importante catena della grande distribuzione in Italia, lancia una nuova campagna ambientale contro  la deforestazione.  “Ogni   tre secondi  scompare  l’equivalente di  un campo di calcio e già oggi con le nostre azioni sui prodotti a base carta ogni anno salviamo l’equivalente di oltre 500 campi di calcio. Il nostro obiettivo è raddoppiare il risultato alla fine della campagna”. Nello   specifico  COOP   si   impegna   a   non  commercializzare   prodotti   fabbricati   con   legno provenienti da foreste primarie o da alberi a rischio di estinzione.   La carta utilizzata per la comunicazione (dai  volantini  alle riviste per  i soci  ai  cataloghi) è già  in carta riciclata post consumo o  certificata FSC.  Tutti   i  prodotti  a marchio Coop a base carta  sono realizzati secondo rigorosi standard di ecosostenibilità come FSC o  con cellulosa riciclata. Entro la fine del 2011 tutti i mobili da arredo interno ed esterno saranno prodotti con legno certificato FSC o TFT. “In realtà si tratta di una campagna di lungo raggio –spiega Vincenzo Tassinari, Presidente Consiglio di  Gestione di  Coop Italia-  che va avanti  per  tappe successive e arriverà  fino al 2015. Agiamo sui prodotti per parlare di foreste, ovvero di un importante capitolo del più delicato problema   dell’equilibrio   ambientale,   della   difesa   della   biodiversità   e   anche   dei   cambiamenti climatici”. Secondo la Fao, ogni anno vanno perduti al mondo tra gli 11 e i 15 milioni di ettari di foreste naturali, cioè  ogni tre secondi scompare l’equivalente di un campo da calcio, mentre in un decennio è andata distrutta una foresta grande come l’intero Egitto. E guardando in casa nostra le cose non vanno meglio: negli ultimi 20 anni solo in Italia gli incendi hanno distrutto un ottavo dell’intera superficie boschiva, come se una regione d’alberi più grande dell’Abruzzo non esistesse più. Da simili considerazioni parte la nuova campagna a favore di boschi e foreste promossa da Coop, la più importante catena della grande distribuzione in Italia (12.900 milioni di euro di fatturato,  1.450 punti vendita,   oltre   100   cooperative,   7,5  milioni   di   soci)   in  collaborazione   con  Greenpeace,  WWF   e Legambiente.  Una   campagna   che   fissa   impegni   concreti   e  programmati   ribaltando  per   così  dire   il percorso; anziché partire dalla fonte (cioè le foreste) si parte dai prodotti che finiscono sul mercato e che provengono da un

albero. Non sempre è evidente che dentro ogni prodotto di carta o di legno acquistato c’è una materia prima che deriva proprio da un albero, così come non sono sempre note le pratiche di produzione e la loro sostenibilità. Proprio per meglio evidenziare questi aspetti e fornire ai consumatori elementi per una scelta consapevole spunta il nuovo logo coniato da Coop “Amici  delle foreste” apposto sui prodotti in legno che hanno certificazioni ambientali di enti terzi come Fsc e TFT. Alle origini  della campagna sta dunque  l’impegno a  non  commercializzare  prodotti   fabbricati  con legno   proveniente   da   foreste   primarie   e   da   alberi   a   rischio   di   estinzione,   nonché   aumentare progressivamente  l’utilizzo di  carta  riciclata o certificata.  Molte  le cose già  fatte.  Tutta  la carta utilizzata per   la comunicazione  (dai  volantini  alle  riviste per   i   soci  ai  cataloghi)  è già  in carta riciclata post consumo o certificata FSC. I prodotti a base carta a marchio Coop (fazzoletti, rotolo cucina,   carta   per   fotocopia,   carta   igienica)   sono   realizzati   secondo   rigorosi   standard   di ecosostenibilità, come FSC o con cellulosa riciclata.Entro  la fine del  2011  tutti   i  mobili  da arredo  interno e esterno,  nonché gli  accessori  da cucina immessi in vendita nei negozi Coop saranno fabbricati  con legno certificato FSC o TFT,  sempre entro la fine del 2011 anche una parte significativa dei quaderni in vendita saranno a certificazione FSC   con   completamento   del   progetto   entro   il   2012.   Coop   si   pone   l’obiettivo   di   utilizzare esclusivamente carta riciclata o FSC negli uffici delle proprie sedi e agirà su tutta la filiera invitando i fornitori a rispettare gli stessi criteri esplicitati sopra nella selezione dei prodotti. Nei prossimi anni Coop intende, infatti, aumentare progressivamente i prodotti a base carta (quali i fazzoletti, la carta igienica, la cancelleria e gli articoli per la scuola) fabbricati con carta riciclata o FSC. “Questa nostra nuova campagna – spiega il Presidente del Consiglio

di Gestione di Coop Italia, Vincenzo Tassinari – è la convinta e coerente continuazione del nostro impegno per l’ambiente. Già oggi con le nostre azioni sui prodotti a base carta ogni anno salviamo l’equivalente di oltre 500 campi di calcio.   Il nostro obiettivo è raddoppiare il risultato alla fine della campagna che andrà avanti per   tappe  successive  e arriverà   fino al  2015 con  l’obiettivo di  mettere   in vendita   solo articoli fabbricati  con  legno proveniente da filiere certificate,  così  come almeno  il  51% degli  articoli  di carta del  nostro assortimento.  Agiamo sui  prodotti  per  parlare di foreste, ovvero di un importante capitolo del più delicato problema dell’equilibrio ambientale, della difesa della biodiversità e anche dei cambiamenti climatici.  Ogni consumatore può  tramite un gesto quotidiano dare un contributo alla salvaguardia di boschi e foreste. Ancora una volta vogliamo essere apripista con un progetto ampio ed impegnativo che ci auguriamo altre imprese seguano”. I conti sono presto fatti: se si considera quanto già finora raggiunto per il solo 2010, il complesso di prodotti realizzati con carta riciclata ha consentito di  evitare  l’abbattimento di  oltre 150 mila alberi,  di   impedire  l’emissione di  56.000 tonnellate equivalenti  di  anidride carbonica,  di   risparmiare 640.000 metri  cubi  di  acqua,  di  non produrre  59.000  tonnellate  di   rifiuti,  di   risparmiare  energia  per  140.000 megawatt.  Per  quanto riguarda   il   legno nel  2011  i  mobili  per  arredo  interno ed esterno  saranno  realizzati  con 1.700 tonnellate di  legno certificato FSC o TFT.  Sono numeri  importanti  che testimoniano il  profondo impatto delle azioni dell’uomo sull’equilibrio ambientale. D’altronde, che l’attenzione di Coop su questo tema non inizi oggi è un dato di fatto. Basta pensare al riconoscimento ottenuto da parte di Greenpeace a  fine 2010,  nell’ambito della sua campagna “Foreste a  rotoli” che ha premiato col massimo dei voti fazzoletti, tovaglioli, asciuga tutto e carta igienica col marchio ViviVerde Coop. Proprio perché rispettosi del futuro delle foreste. Fonte: Coop Italia

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.


Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

 

^ SHOPPING ^

Good News, good, news, network, positive, uplifting, l’agenzia di buone notizie e ufficio comunicati stampa online di informazione alternativa e positiva, di salute naturale ecoturismo bioedilizia, agricoltura biologica, alimentazione naturale, energie alternative fantascienza, misteri, parapsicologia, lavoro etico, autoaiuto, selfhelp, webreader, sapere.it,

Share This Post