Settimana europea dell’energia sostenibile dall’11 al 15 aprile. Sanpellegrino converte il portfolio energia..

Sanpellegrino converte il portfolio energia e sostiene la produzione da fonti rinnovabili. Italia capofila dei progetti green: 100% energia elettrica acquistata rinnovabile per tutte le sedi.  Il  Gruppo  Sanpellegrino,  azienda  leader  nel  mercato  delle  acque  minerali,  ha deciso  di  sostenere  la  produzione  di  energia  elettrica  “pulita” acquistando per i suoi 11 stabilimenti italiani e  la sede di Milano esclusivamente energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili (idroelettrico, solare ed  eolico),  grazie  all’accordo  con Edison  Energia e all’acquisto di Certificati RECS (Renewable Energy Certificate System). “L’acquisto di energia elettrica rinnovabile costituisce per il Gruppo Sanpellegrino una scelta coerente con le politiche di  sostenibilità ambientale e della  tutela della  risorsa acqua” ha dichiarato Daniela Murelli, CSR Director del Gruppo Sanpellegrino “Rifornire tutte le nostre sedi con energia  elettrica proveniente per  il 100%  da  fonti  rinnovabili  permette  di  ridurre  ulteriormente  l’impatto  sull’ambiente  della  nostra  attività quotidiana relativamente al consumo di energia elettrica.” In  ambito  energetico  l’obiettivo  del  Gruppo  Sanpellegrino  è  ridurre  i  consumi  energetici  attraverso l’investimento in nuove tecnologie di processo, illuminazione, riscaldamento e raffreddamento. A questo proposito negli ultimi 3 anni (2008-2010) il consumo di energia è stato ridotto del 5,8%, cui si è aggiunto da gennaio 2011 l’acquisto di energia elettrica pulita certificata RECS. Esempi particolarmente virtuosi sono  rappresentati dai siti di Garessio in Piemonte, dove ha sede la fonte dell’acqua minerale

S. Bernardo, e Pejo in Trentino Alto Adige, dove è localizzata la fonte dell’acqua minerale Pejo. Il primo stabilimento è alimentato completamente da energia elettrica rinnovabile, in gran parte eolica, grazie ad un collegamento diretto con un parco composto da 5  turbine ed esteso su una superficie di circa 35.000 mq sul colle San Bernardo, in parte acquistata da Edison Energia. Il  progetto  eolico,  in  particolare,  è  stato  inaugurato  nel  2010  a  seguito  della  costituzione  del  Consorzio Sanpellegrino Nestlè Green Energy costituito dalle società Sanpellegrino, Nestlè, San Bernardo Wind Energy e Emmecidue. Lo stabilimento di Pejo, oltre ad essere rifornito per il 100% con energia elettrica “verde” acquistata, è  dotato  dal  2009  di  una  caldaia  a  biomassa,  un’innovativa  soluzione  tecnologica  che  consente  di produrre energia  termica utilizzando lo scarto dell’attività produttiva della Regione (aziende agricole, attività forestali, manutenzione dei boschi e  industrie per  la  lavorazione del  legno) come combustibile nei processi produttivi e di riscaldamento. Oltre al saving di energia, questa tecnologia consente da un lato di supportare il  territorio  nei  processi  di  smaltimento  delle  grandi  quantità  di  legno  di  scarto,  dando  vita  ad  un  efficace sistema impresa – territorio, dall’altro di minimizzare l’impatto ambientale del sito produttivo sul territorio. La  riqualificazione  energetica  dello  stabilimento  di  Pejo  fa  parte  di  un  piano  più  ampio  che  prevede l’allacciamento  dei  centri  abitati  del  Comune  alla  centrale  termica  del  sito  produttivo  attraverso  reti  di teleriscaldamento.  Tale  soluzione  permetterà  a  tutti  gli  abitanti  di  beneficiare  della  tecnologia  dello stabilimento di Pejo  per  la produzione  di  energia nelle abitazioni, potendo così contribuire concretamente alla tutela ambientale. L’impegno  ad  acquistare  per  le  proprie  sedi  il  100%  di energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili è quindi solo l’ultimo passo fatto dall’azienda verso la sua visione sostenibile sviluppata su 4 assi principali: –  Il  risparmio  idrico, che ha visto negli ultimi 3 anni  (2008-2010) una  riduzione del 31,3% dei volumi complessivi di acqua utilizzata nei processi di produzione –  Il risparmio energetico (dal 2008 al 2010 il consumo di

energia è stato ridotto del 5,8%) e l’utilizzo di energie alternative  (100% del  fabbisogno di energia elettrica acquistata di  tutti  gli  stabilimenti  e  le sedi italiane è convertita da fonti rinnovabili) –  L’incremento  dei  trasporti  “sostenibili”  attraverso  l’utilizzo  del  treno,  di  camion  EURO  5  e  del trasporto intermodale –  Gli  interventi  sul  packaging  (sgrammatura  delle  bottiglie  ed  utilizzo  dell’R-PET,  ricerca  e  sviluppo delle bioplastiche) Cos’è il Sistema RECS.; Il  sistema  RECS  (Renewable  Energy  Certificate  System)  è  un  programma  internazionale  volto  alla promozione, al riconoscimento e al sostegno economico del valore ambientale dell’energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili attraverso la commercializzazione volontaria di certificati (RECS) disciplinata in  Italia  nell’osservanza  di  quanto  disposto  dal  codice  civile.  I  certificati RECS  sono  titoli  che  attestano  la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile per una taglia minima pari a 1 MWh nell’arco dell’anno di emissione  e  allo  stesso  tempo  favoriscono  la  produzione  di  energia  elettrica  da  fonte  rinnovabile  dagli impianti che altrimenti non  avrebbero  le condizioni economiche per continuare a produrre energia  “verde”. Tali  certificati  in  Italia  sono  rilasciati  dal GSE  S.p.A.  (Gestore  dei  Servizi  Elettrici),  hanno  validità  fino  ad eventuale richiesta di annullamento, e contengono informazioni sulle  fonti di energia e sul tipo di tecnologie applicate per  la produzione, consentendo agli acquirenti di scegliere  le energie  rinnovabili che  ritengono di sostenere. L’Italia è tra i fondatori della certificazione RECS. Nel corso degli anni c’è stato un coinvolgimento sempre maggiore degli operatori di mercato. Per l’anno 2011, partecipano al sistema RECS 41 società. SANPELLEGRINO;  Sanpellegrino è la più grande realtà nel campo del beverage in Italia, con acque minerali, aperitivi analcolici, bibite e tè freddi. Le sue acque minerali sono presenti in oltre 120 paesi attraverso filiali e distributori sparsi nei  cinque  continenti.  Sanpellegrino,  in  qualità  di  principale  produttore  di  acqua  minerale,  è  da  sempre impegnata  per  la  valorizzazione  di  questo  bene  primario  per  il  Pianeta e  lavora  con  responsabilità  e passione per garantire a questa risorsa un futuro di qualità.

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.


Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

 

^ SHOPPING ^

Good News, good, news, network, positive, uplifting, l’agenzia di buone notizie e ufficio comunicati stampa online di informazione alternativa e positiva, di salute naturale ecoturismo bioedilizia, agricoltura biologica, alimentazione naturale, energie alternative fantascienza, misteri, parapsicologia, lavoro etico, autoaiuto, selfhelp, webreader, sapere.it,

Share This Post