VINITALY: Ecco il ‘Giove’ Sangiovese di Romagna ‘rivoluzionario’

E’ nato il Giove, un Sangiovese doc realizzato con il contributo di 35 aziende dell’Appennino Romagnolo. La presentazione al Vinitaly giovedì 7 aprile alle 15,00. Ecco il ‘Giove’ Sangiovese di Romagna ‘rivoluzionario’, 35 aziende, un unico vino. Alla 45° edizione di Vinitaly a Verona. La Romagna è terra di sangiovese. Cloni diversi, 10 sottozone,  una pletora di etichette, alcune di grande qualità, ma il limite di un’offerta disomogenea e polverizzata che ha sempre penalizzato la diffusione del sangiovese di Romagna a livello internazionale. In questo panorama si affaccia sul mercato, una grande novità destinata a lasciare il segno: il ‘Giove’. Un sangiovese doc superiore unico, realizzato con il contributo di 35 aziende produttrici di collina, da Rimini a Imola, riunite nel neo-costituito Consorzio Appennino

Romagnolo. Un vino di collina di grande qualità, costi contenuti, la vocazione ai mercati internazionali e l’obiettivo di raggiungere il milione di bottiglie già nella vendemmia 2012, di cui l’80 per cento con destinazione export.Un vino e un grande progetto che potrai conoscere e degustare in anteprima nel corso della conferenza stampa in programma.Giovedì 7 aprile alle ore 15,00 PADIGLIONE 1 – Sala Eventispazio Enoteca Regionale Emilia Romagna.La degustazione sarà accompagnata da un assaggio di prodotti del territorio per valutare i migliori abbinamenti con il nuovo blend di sangiovese. Ufficio Stampa Consorzio Appennino Romagnolo  PrimaPagina   Filippo Fabbri Vinitaly: il vino italiano si conferma prima voce della bilancia agroalimentare nazionale. L’export spinge il settore oltre la crisi internazionale. Vinitaly rassegna leader che traina la promozione sui mercati nazionali ed esteri. Con un export 2010 di 3,9 miliardi di euro, oltre 20 milioni di ettolitri e più di 2,5 miliardi di bottiglie tricolori stappate nel mondo, il vino italiano si conferma prima voce dell’export agroalimentare nazionale spingendo il settore oltre la crisi globale dell’ultimo anno. Un vero e proprio boom che registra una performance positiva anche in termini di valore: +11,7% sul 2009. È questo lo scenario del mercato che preannuncia la 45^ edizione di Vinitaly (Veronafiere, 7-11 aprile; www.vinitaly.com), il Salone internazionale del vino e dei distillati che, con i suoi 4.000 espositori provenienti da tutto il mondo, richiama in media ogni anno oltre 150 mila visitatori specializzati, di cui più di un terzo da 114 Paesi.In mostra a Vinitaly tutto l’universo enologico, in rappresentanza di un settore che vale complessivamente per il nostro Paese 13,5 miliardi di euro di fatturato (2010), a cui si aggiungono ulteriori 2 miliardi di indotto, e che occupa 1,2 milioni di addetti nelle 770 mila aziende sparse su tutto il territorio nazionale.A trainare l’export è il mercato americano, dove l’Italia è il primo esportatore di vino sia in termini di valore che di quantità: circa il 33% del vino consumato negli Usa, per un valore di circa 827,3 milioni di euro, è made in Italy. Buoni risultati anche in Russia (+59,6% l’export nel 2010) dove il valore delle nostre esportazioni ha superato i 100 milioni di euro, in Canada e in Svizzera (rispettivamente +28,6% e +12,5%), anche se la Germania rimane il nostro primo importatore con quasi 850,6 milioni di euro.La promozione e la valorizzazione del ‘sistema Italia’ nel mondo è tra i punti cardine della manifestazione che, con il Vinitaly in the World, porta il meglio dell’enologia nazionale nei principali Paesi esteri, soprattutto extra Ue, che condensano il 23% dell’esportazioni nazionali. Tra i mercati emergenti, soprattutto quello cinese che ha registrato un +109% lo scorso anno, con un raddoppio del valore del vino italiano, facendo diventare la città di Hong Kong il centro per la distribuzione e il commercio del vino in Asia. Proprio a questo importante hub del mercato asiatico, Vinitaly dedica uno dei suoi focus internazionali in calendario durante la rassegna. Elaborazioni Servizio Stampa Veronafiere. Fonti varie (Oiv, Ismea, Assoenologi, Istat, Area Research/Banca MPS).Servizio Stampa VeronafiereVinitaly

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.Inviaci le tue proposte (articoli, foto e video).

Segreteria Redazione Tel. 0574 442669
Promozione & Pubblicità Tel. 0574 1746090

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.


Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

 

^ SHOPPING ^

Good News, good, news, network, positive, uplifting, l’agenzia di buone notizie e ufficio comunicati stampa online di informazione alternativa e positiva, di salute naturale ecoturismo bioedilizia, agricoltura biologica, alimentazione naturale, energie alternative fantascienza, misteri, parapsicologia, lavoro etico, autoaiuto, selfhelp, webreader, sapere.it,

Share This Post