Home » AutoMiglioramento

Palermo: si laurea una ragazza down! La prima in Italia

Inserito da

Ragazza con sindrome di Down si laurea in Lettere: “E ora voglio fare la maestra”. Laureata con 105 su 110, Giusi Spagnolo, palermitana ventiseienne, raggiunge il traguardo tanto atteso in Beni demoetnoantropologici alla facoltà di Lettere dell’università del capoluogo siciliano: ha presentato una tesi incentrata sul ruolo del gioco nell’apprendimento. La felicità sua e dei genitori.  – Un titolo di studio che non è solo “un pezzo di carta”. E’ un percorso, fatto di fatica ma anche di condivisione, condito di fiducia ma denso di buona volontà: è quello che ha portato Giusi Spagnolo, palermitana di 26 anni, a

laurearsi. Nulla di strano se non fosse che Giusi è nata con la sindrome di Down ed è una fra le prime in Europa a conseguire il titolo di studio più ambizioso: una laurea. “C´è dietro – ha spiegato il padre Bernardo, presente peraltro alla discussione della tesi – un lavoro di 26 anni. Un lavoro che è cominciato in famiglia ed è proseguito a scuola. Siamo stati fortunati, abbiamo sempre incontrato professori disponibili e strutture adeguate. Anche all’Università, dove c´è il centro per la disabilità che ci ha dato un grande supporto. Grazie a questo lavoro di squadra, Giusi è riuscita a dimostrare che le persone con sindrome di Down possono accedere ad alti standard di studio. Lei è la prima donna in Italia. Speriamo non sia l’ultima”. Speranza ovviamente condivisa da tutti quelli che hanno conosciuto Giusi nei diversi anni della sua formazione, ma anche di quanti credono che la disabilità sia solo una capacità diversa di fare le cose. “Quello di Giusi – ha infatti spiegato il preside della facoltà e relatore della tesi, Mario Giacomarra – è un elaborato che presenta diversi pregi – sia dal punto di vista accademico che umano”.

Il progetto di tesi nasce e si sviluppa, infatti, sulla base di un’esperienza che la stessa Giusi ha fatto come tutor presso una scuola elementare locale: comprendere come l’apprendimento possa derivare anche dal gioco o attraverso di esso. Un supporto didattico multimediale per i bambini, insomma, che si è tradotto appunto in una laurea in Beni demoetnoantropologici presso la facoltà di Lettere dell’università di Palermo. Una nuova frontiera, insomma. Ad aprirla è una ragazza con sindrome di Down, ma soprattutto una donna coraggiosa che ha avuto la forza di andare oltre l’apparenza. Una frontiera che oggi ci fa sorridere, ma che presto sarà la sfida per tanti “normali”. Perchè Giusi vuole fare la maestra e non si fermerà di fronte al pregiudizio che tante volte ha scansato via. “Mi piace – ha dichiarato infatti – lavorare con i bambini. È stato bellissimo sentirmi chiamare maestra; spero un giorno di poterlo fare sul serio”. Fonte:  superabile.it.   Superabile è un “Contact Center Integrato” costituito da un portale di informazione e di documentazione sulle tematiche della disabilità, aggiornato quotidianamente e un servizio gratuito di consulenza telefonica, il Call Center SuperAbile 800 810 810. (“Superabile Magazine”, è il mensile dell’INAIL sulla disabilità)

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.

Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti).

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.


Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^

Good News, good, news, network, positive, uplifting, l’agenzia di buone notizie e ufficio comunicati stampa online di informazione alternativa e positiva, di salute naturale ecoturismo bioedilizia, agricoltura biologica, alimentazione naturale, energie alternative fantascienza, misteri, parapsicologia, lavoro etico, autoaiuto, selfhelp, webreader, sapere.it,