Home » GoodPeople

“Alla Ricerca dell’Io”, Rudolf Steiner e la Cultura contemporanea

Inserito da

Bologna 31 marzo 1-2-3 aprile 2011. A 100 anni dalla partecipazione di Rudolf Steiner all’iv congresso internazionale di filosofia all’università di Bologna nell’aprile del 1911.Ci si potrebbe chiedere come mai Rudolf Steiner, che ha elaborato una Concezione del mondo di tale grandiosa complessità che i 360 volumi della sua Opera Omnia non possono che darne un’immagine finita e quindi non rappresentativa nella dimensione culturale e universale, sia rimasto estraneo alla Cultura Accademica ed in generale alla Cultura Ufficiale del secolo scorso. Esse lo hanno quasi completamente escluso dalla loro visione, dalla loro ricerca, dalla loro conoscenza.  Nella realtà della vita quotidiana, innestandosi sul suo pensiero e sulla sua opera fondante, centinaia e centinaia di scuole sono nate in tutto il mondo, dalle Americhe alla Cina, dalla Norvegia al Sud Africa, gli impulsi per la conoscenza e la salute della Terra e dell’Uomo hanno fatto sorgere ed ampliare il mondo dell’agricoltura e degli alimenti biodinamici e biologici,  la medicina e i farmaci antroposofici, la conoscenza, l’amore e la pratica delle Arti come fattori fondamentali nella formazione dell’uomo e per la comprensione della storia dei popoli: e ciò è avvenuto in tutti i settori della Vita Culturale e Spirituale. Eppure Rudolf Steiner, ufficialmente, è stato quasi totalmente ignorato. Ora è tempo di sottrarlo alla pura e semplice identificazione con la Società Antroposofica, di farlo diventare Patrimonio dell’intera Umanità: così ha affermato di recente un noto Uomo di Cultura della Germania. “Tra l’uno e l’altro dei cicli di conferenze che tenni… Marie von Sivers dimorò in Italia, a Bologna, dove lavorò per la Società Teosofica nel gruppo teosofico di quella città.”: è Rudolf Steiner stesso che dalla sua “La mia Vita” ci scrive e ci fa

sapere che l’Antroposofia, o Scienza dello Spirito ad indirizzo antroposofico, fu portata a Bologna fin dagli inizi del 1900 da Marie von Sivers, personalità di spicco del Movimento antroposofico e sua collaboratrice. In una pubblicazione degli anni ’60 si riporta: “All’Università di Bologna, Marie von Sievers fu una delle poche studentesse che non si lasciarono intimidire dal severo sguardo di Giosuè Carducci… che l’accettò come auditrice alle sue lezioni a cui raramente ammetteva donne.” Nel 1906, pochi anni dopo, Giosuè Carducci venne insignito del Premio Nobel per la Letteratura. Fu Marie Von Sivers, poi Marie Steiner, che per la prima volta portò a Bologna, e probabilmente in Italia, la Cultura della Scienza dello Spirito. Risale quindi a quegli anni anche l’inizio del rapporto con l’Università di Bologna e con la Cultura italiana. Poi nel 1911 Rudolf Steiner fu invitato dal Professor Enriquez al IV Congresso internazionale di Filosofia, venne all’Università e qui tenne le sue conferenze sull’Io.Nel centenario della sua partecipazione a quel Congresso si terrà il Convegno Internazionale “Alla ricerca dell’Io” Rudolf Steiner e la Cultura contemporanea, dal 31 marzo all’1-2-3 aprile dell’anno 2011.La sede degli incontri plenari del mattino è l’Aula Magna di Santa Lucia, con traduzione simultanea degli interventi nelle Lingue Italiana, Inglese, Francese e Tedesca. I Gruppi di studio del pomeriggio, otto in totale, su temi di intensa attualità, si riuniranno anche in altre aule. Il Convegno ha il Patrocinio dell’Università di Bologna, di varie Facoltà, del Comune di Bologna, della Regione Emilia-Romagna, della Società Antroposofica in Italia (che farà coincidere con questo il Congresso annuale dei suoi soci) e di altri prestigiosi Enti. Il Convegno

Internazionale sarà un grande evento Culturale che vedrà convergere a Bologna Partecipanti da tutta Europa e da tutto il Mondo con il coinvolgimento dell’intera Città e dei suoi Cittadini, dell’Università e degli Studenti, oltre che nel Convegno, in numerose altre manifestazioni artistiche e culturali. Informazioni generali sul sito:  allaricercadellio.it –  Fonte: Società Antroposofica in Italia ~  Rudolf Steiner (Donji Kraljevec, 27 febbraio 1861 – Dornach, 30 marzo 1925) è stato un filosofo, esoterista e pedagogista austriaco. È il fondatore dell’antroposofia, di una particolare corrente pedagogica (la pedagogia steineriana), di un tipo di medicina (la medicina antroposofica o steineriana) oltre che l’ispiratore dell’agricoltura biodinamica, di uno stile architettonico e di uno pittorico. Ha posto anche le basi dell’euritmia e dell’arte della parola. Si è occupato inoltre di filosofia, sociologia, antropologia e musicologia. Secondo Rudolf Steiner la pedagogia è un’arte e dunque il maestro deve avere una “vocazione” per l’insegnamento. Un buon maestro genera buoni alunni, così come un cattivo maestro ne genera di cattivi. L’insegnamento non è solo un freddo passaggio di informazioni, ma è una relazione tra due esseri umani, in cui uno è assetato di conoscenza e l’altro è votato a trasmettere tutto il proprio sapere, umano ed intellettuale. «Il nostro obiettivo: elaborare una pedagogia che insegni ad apprendere, ad apprendere per tutta la vita dalla vita stessa.» (Rudolf Steiner). N.D.R.

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.

Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti).

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, facendo una donazione.


Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

 

^ SHOPPING ^

Good News, good, news, network, positive, uplifting, l’agenzia di buone notizie e ufficio comunicati stampa online di informazione alternativa e positiva, di salute naturale ecoturismo bioedilizia, agricoltura biologica, alimentazione naturale, energie alternative fantascienza, misteri, parapsicologia, lavoro etico, autoaiuto, selfhelp, webreader, sapere.it,