Home » BioSalute

Pisa: primo trapianto al mondo di pancreas con tecnica robotica

Inserito da

Trapianto pancreas: ci pensa il robot Da Vinci. Successo a Pisa per la prima operazione effettuata con una tecnica mini-invasiva. Pisa firma il primo trapianto di pancreas robotico al mondo. Lo scorso 27 settembre l’équipe chirurgica coordinata dal professor Ugo Boggi ha realizzato l’intervento utilizzando il sistema robotico “da Vinci SHDi”. La paziente era una signora abruzzese di 43 anni, da circa 20  affetta da diabete di tipo 1. L’operazione è durata complessivamente tre ore (contro le 5 richieste dalle tecniche tradizionali) e la fase più delicata, quella di collegamento dei vasi all’organo, è durata circa 28 minuti. Sia il decorso inter-operatorio che quello post-operatorio sono stati regolari e la signora è rimasta ricoverata nella struttura fino al 30 ottobre, quando è poi stata dimessa. Successo dell’Azienda ospedaliera universitaria. E’ un grande traguardo quello raggiunto dall’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana, dato che questa tecnica rappresenta

una svolta epocale nel trapianto pancreatico. Lo stesso intervento con chirurgia tradizionale è infatti considerato ad altissimo rischio, visto che il 50% dei pazienti operati sviluppa almeno una complicanza post-chirurgica e nel 15-30% dei casi si deve sottoporre ad un nuovo intervento. Con l’utilizzo del robot “Da Vinci”, è possibile invece fare la stessa operazione ma in modo mini-invasivo, riducendo di gran lunga il trauma chirurgico. Invece di un lungo taglio che va dal torace al pube, l’operazione richiede solo una piccola incisione di 7 centimetri per far passare l’organo da trapiantare, e altri tre tagli di pochi millimetri dove sono inserite tre sonde, un occhio e due mani robotiche.30 anni di eccellenza nei trapianti per la scuola pisana. “Mi congratulo con il professor Boggi e con la sua équipe per l’intervento eseguito con successo – ha dichiarato l’assessore regionale alla salute Daniela Scaramuccia – che apre ulteriori prospettive di cura per i pazienti toscani, e non solo. Siamo davvero orgogliosi di una scuola che da anni è all’avanguardia, di un gruppo di professionisti che continua a fare la storia dei trapianti nel mondo”. “Sono orgogliosa che questa sia la mia prima uscita pubblica – ha aggiuntola professoressa Nicoletta De Francesco, neo prorettore vicario dell’Università di Pisa – perché sintetizza l’eccellenza del nostro Ateneo. Questi traguardi non si raggiungono in poco tempo, ma in molti anni, e sono frutto di un grande lavoro. Da parte mia – continua – mi impegnerò per rendere sempre migliore questo ramo e mi auguro in una proficua collaborazione con la facoltà di Ingegneria visto che ci sono ricercatori che stanno lavorando su robot simili”. Stefano Taglione Fonte: Università di Pisa  unipi.it

Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.


Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti).

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, fai una donazione

Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws
Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^

Good News l’agenzia di buone notizie e ufficio comunicati stampa online di informazione alternativa e positiva, di salute naturale ecoturismo bioedilizia, agricoltura biologica, alimentazione naturale, energie alternative fantascienza, misteri, parapsicologia, lavoro etico, autoaiuto, selfhelp, webreader, sapere.it