Home » Buone Notizie

Et però credo che molta felicità sia agli uomini che nascono dove si trovano i vini buoni (Leonardo)

Inserito da

MADE IN ITALY: COLDIRETTI, AL VIA 8 MLN DI BOTTIGLIE DI VINO NOVELLO ANTICIPA DI 2 SETTIMANE IL BEAUJOLAIS FRANCESE. Passato un minuto dalla mezzanotte di venerdì 5 novembre sarà possibile stappare la produzione di oltre 8 milioni di bottiglie di novello realizzata in Italia nel 2010 e in vendita in negozi, ristoranti, enoteche, winebar e vinerie per essere consumate entro i prossimi sei mesi, termine ultimo consigliato perché il primo vino dell’annata ad essere imbottigliato mantenga inalterate le proprie caratteristiche. E’ quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che la produzione Made in Italy arriva con quasi due settimane di anticipo rispetto al concorrente Beaujolais nouveau francese che si potrà assaggiare solo a partire dal terzo giovedì di novembre (il 18). Con il novello si iniziano a stappare le prime bottiglie della nuova annata, che – sottolinea la Coldiretti – si prevede in linea con quella precedente con una produzione attorno ai 45 milioni di ettolitri, ma lungo lo stivale la vendemmia non è ancora finita nei vigneti più alti delle uve Nebbiolo in Valtellina, per le uve Aglianico per

Taurasi in Campania e del Nerello Mascalese nella zona dell’Etna in Sicilia.La produzione di novello sarà piu’ contenuta rispetto allo scorso anno, con una diminuzione di circa il 10 per cento, i prezzi di vendita del novello Made in Italy sono stabili – sottolinea la Coldiretti -, con una media di 5 euro a bottiglia. Il fatturato del vino novello è di circa 40 milioni di euro ed è realizzato da oltre duecento produttori con oltre un terzo del totale delle bottiglie che esce dalle cantine del Veneto che insieme al Trentino copre quasi la metà della produzione nazionale, mentre a seguire si posizionano la Toscana, la Sardegna, l’Emilia Romagna e la Puglia.Il “vino da bere giovane” è nato negli anni ‘ 50 in Francia nella regione Beaujolais e le sue caratteristiche sono determinate dal metodo di vinificazione utilizzato che è stato messo a punto dal ricercatore francese Flanzy ed è fondato sulla macerazione carbonica. Leggero, con bassa gradazione (11 gradi) e bouquet aromatico, il novello viene consumato soprattutto dal pubblico dei più giovani in abbinamento con i prodotti autunnali, dalle caldarroste ai prodotti tipici del territorio come salumi, verdure in pinzimonio e formaggi piccanti a pasta molle, degustati in casa o in pizzerie, enoteche, winebar, ristoranti e nelle piazze dove sono numerose le Sagre e le Feste paesane dedicate a questo vino.La produzione italiana – conclude la Coldiretti – è caratterizzata sopratutto da novelli monovitigno con l’utilizzazione di un’ampia gamma di vitigni autoctoni (Teroldego, Ciliegiolo, Nero d’Avola, ecc.) anche se quelli più utilizzati sono nell’ordine Merlot, Sangiovese, Cabernet, Montepulciano e Barbera. Fonte Coldiretti coldiretti.it  ~

Dall’antica Etruria alla moderna Toscana sono passati millenni, ma una cosa è rimasta immutata, la passione e la qualità del vino di questa regione. Le favorevoli condizioni climatiche e la fertilità del terreno di questa porzione d’ Italia sono le ragioni fisiche che hanno consentito alle vigne di prosperare e produrre uve di grandi qualità e da li il buon vino toscano. La tradizione culturale ha passato la staffetta di generazione in generazione, conducendo il “nettare degli dei” fin dentro i nostri attuali bicchieri e perfino nella grande città industriale di Prato, famosa nel mondo per i suoi tessuti possiamo trovare dei centri di eccellenza vitivinicola. Segnaliamo in particolare il Carmignano, vino rosso a Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG) prodotto nella provincia di Prato, uno dei vini più antichi d’Italia, a Carmignano si produceva vino fin dall’epoca etrusca, come testimonia il ritrovamento di vasi di vino all’interno di alcune tombe etrusche sul Monte Albano.  Nel centro storico di Prato, suggeriamo una visita all’Enoteca Gori, in via del Serraglio  a due passi da p.zza del Duomo, un’enoteca specializzata nella vendita di vino sfuso, come usava fare ‘alla vecchia maniera’ quando si andava dal vinaio con il fiasco vuoto e si tornava che era pieno. Un angolo di piacere per chi ama farsi consigliare nella scelta di buon vino e degustare Vini imbottigliati di qualità provenienti dalle migliori case vinicole italiane. “Il vino allieta il cuore dell’uomo, e la gioia è la madre di tutte le virtù” (W. Goethe) N.D.R.


Caro amico lettore, Good News è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare novità positive.

Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti).

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, fai una donazione

Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws
Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^

Good News l’agenzia di buone notizie e ufficio comunicati stampa online di informazione alternativa e positiva, di salute naturale ecoturismo bioedilizia, agricoltura biologica, alimentazione naturale, energie alternative fantascienza, misteri, parapsicologia, lavoro etico, autoaiuto, selfhelp, webreader, sapere.it