Le foto di BaarÏa, L’uomo nero, Vincere in mostra con CliCiak. Claudia Pandolfi a Cesena…

Dall’10 aprile al 19 maggio a Cesena alla Galleria del Centro Culturale San Biagio e nelle vetrine del centro storico la mostra delle foto vincitrici del concorso insieme ai migliori scatti partecipanti. Alla Galleria Ex Pescheria una retrospettiva dedicata al fotografo di scena Roberto Biciocchi (10 aprile-8 maggio). Nel foyer del Teatro Bonci mostra speciale di CliCiak dedicata al film La prima cosa bella (10 aprile-19 maggio) con foto scattate sul set da Claudia Pandolfi, che sabato 10 sarà a Cesena per il taglio del nastro. Si terrà sabato 10 aprile la cerimonia di premiazione della 13° edizione di CliCiak, concorso nazionale per fotografi di scena nato dal particolare interesse che il Centro Cinema Citt‡ di Cesena e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Cesena dedicano da oltre un decennio alla fotografia di scena. Un concorso che si Ë affermato di edizione in edizione a livello nazionale e internazionale (negli anni le selezioni dei materiali fotografici inviati a CliCiak hanno viaggiato anche a New York, San Francisco, Annecy, Villerupt, Marsiglia, Parigi, Mosca) e che attualmente, vista la mole di fotografie a colori e in bianco e nero che ogni anno vengono sottoposte al giudizio della giuria, documenta tutte le principali produzioni cinematografiche e televisive italiane delle ultime stagioni. Quest’anno le foto pervenute per la 13° edizione di CliCiak sono state 1.500, e sono andate ad arricchire un archivio che ora conta oltre 100.000 fotografie di scena. CliCiak 13_ – La mostra;Tutte le foto vincitrici di CliCiak, insieme ad una selezione dei migliori scatti partecipanti, saranno in mostra a Cesena dal 10 aprile al 19 maggio presso la Galleria del Centro Culturale San Biagio (via Aldini 24). Si tratta di 60 immagini a colori e in bianco e nero che documentano alcuni fra migliori film della passata stagione, da BaarÏa di Giuseppe Tornatore a L’uomo nero di Sergio Rubini, da Vincere di Marco Bellocchio a L’uomo che verr‡ di Giorgio Diritti e Romanzo criminale-serie tv di Stefano Sollima. Oltre a queste, 150 fotografie saranno esposte nelle vetrine dei negozi aderenti a Cesenacentro, 20 al Lego CafË e 20 al CaffË ZampanÚ, con l’iniziativa Vetrine di scena, una grande galleria diffusa nel cuore del centro storico. Novità dell’edizione 2010 di CliCiak Ë lo spazio che si sono aggiudicati alcuni giovani fotografi emergenti, che si sono affermati rispetto a nomi pi_ noti della fotografia di scena, pluripremiati nelle

edizioni passate di CliCiak, distinguendosi per una particolare capacit‡ di restituire in uno scatto il lavoro del set e le sue atmosfere. A corredo della mostra sarà pubblicato un catalogo a cura di Antonio Maraldi. La mostra inaugura sabato 10 aprile alle ore 18 alla Galleria del Centro Culturale San Biagio. Claudia Pandolfi a Cesena a inaugurare la mostra speciale dedicata al film La prima cosa bella In parallelo, sempre dal 10 aprile al 19 maggio nel foyer del Teatro Comunale Alessandro Bonci sar‡ allestita la mostra speciale dedicata al film di Paolo VirzÏ La prima cosa bella, con foto scattate sul set dalla protagonista stessa, Claudia Pandolfi. Inaugurazione sabato 10 aprile alle ore 17 in presenza dell’attrice. Retrospettiva Fotografi di scena del cinema italiano: Roberto Biciocchi Come nelle precedenti edizioni con Paul Ronald, Mimmo Cattarinich, G.B. Poletto, Divo Cavicchioli, Pierluigi, Angelo Novi, Bruno Bruni, Sergio Strizzi, Franco Vitale, Huguette Ronald, Franco Bellomo e Alfonso Avincola, anche quest’anno CliCiak rende omaggio ad un importante nome della fotografia di scena, con una mostra personale ed un catalogo pubblicato per l’occasione. Protagonista della retrospettiva del 13_ CliCiak Ë il fotografo di scena  Roberto Biciocchi, per molti anni fotografo di scena di fiducia di Carlo Verdone (con lui ha lavorato sui set di Acqua e sapone, Il bambino e il poliziotto, Maledetto il giorno che t’ho incontrato, Al lupo al lupo, Perdiamoci di vista, Viaggi di nozze, Sono pazzo di Iris Blond, Gallo cedrone, C’era un cinese in coma). Nato a Roma nel 1934, Biciocchi ha collaborato con  molti dei maggiori registi del cinema italiano, da Francesco Rosi (I magliari) a  Vittorio De Sica (I sequestrati di Altona, Matrimonio all’italiana) da Ettore Scola (Brutti sporchi e cattivi, Concorrenza sleale) a Carlo Lizzani (Celluloide). La mostra, curata da Antonio Maraldi e da Franco Biciocchi, figlio del fotografo di scena, inaugura sabato 10 aprile alle 16 alla Galleria Comunale Ex Pescheria di Cesena e rimarr‡ allestita fino all’8 maggio. La cerimonia di premiazione di CliCiak si terrà sabato 10 aprile alle 18.30 nella Sala Rossa del Centro Culturale San Biagio in concomitanza con la premiazione dei vincitori della 6° edizione del Backstage Film Festival. Conduce l’incontro il giornalista e critico cinematografico Maurizio Di Rienzo. L’ingresso alle mostre Ë gratuito.Nell’ambito della 13° edizione di CliCiak, dal 10 aprile al 19 maggio il foyer del Teatro Bonci ospita la mostra speciale dedicata all’ultimo film di Paolo VirzÏ, che raccoglie le foto di scena scattate sul set dalla protagonista stessa Claudia Pandolfi, fotografa di scena d’eccezione. Inaugurazione sabato 10 aprile alle 17 in presenza dell’attrice. Nell’ambito della 13° edizione CliCiak, il Centro Cinema Città di Cesena

presenta quest’anno una mostra speciale dedicata al film La prima cosa bella di Paolo VirzÏ, che raccoglie le foto scattate sul set dalla protagonista stessa, Claudia Pandolfi, che qui interpreta Valeria, sorella di Bruno e figlia di Anna, che si ritrova dopo anni con il fratello al capezzale della madre, concludendo cosÏ una lunga avventura famigliare termina con un’inattesa e struggente riconciliazione. La mostra, allestita dal dal 10 aprile al 19 maggio a Cesena, nel foyer del Teatro Comunale Alessandro Bonci, raccoglie 30 scatti in bianco e nero che offrono uno sguardo diverso sul set, pi_ coinvolto e leggero rispetto alla metodica professionalità richiesta al fotografo di scena ufficiale. Pi_ libero anche nell’approccio, come ha confessato l’attrice stessa in un’intervista rilasciata al curatore della mostra, Antonio Maraldi. “Il mio Ë un approccio quasi ludico, frutto di una passione per la fotografia che coltivo da oltre dieci anni e che mi spinge a curiosare sul set – confessa la Pandolfi – Con la mia macchinetta digitale (non ho mai usato la pellicola, troppo professionale) mi muovo sui set in cui sono coinvolta e nelle pause mi costruisco le mie storie, indagando persone e situazioni. Sono curiosa di tutti i mestieri del cinema ma mi affascina in particolare il reparto fotografico. Potendo, vorrei mettere l’occhio anche alla macchina da presa ma non ho mai avuto la sfrontatezza di domandarlo. Chiedo invece, anche per una questione professionale, che tipo di inquadratura si sta preparando e che tipo di obiettivo viene usato. Guardo, osservo e scatto. C’Ë stato un momento in un cui non mi muovevo se non avevo con me la macchina fotografica. Ho sentito che stava diventando quasi una pratica maniacale e allora ho rallentato. Adesso mi muovo con meno preoccupazione e maggior divertimento. Mi sorprendo nel veder le reazione delle persone fotografate che si sentono tutelate dal mio sguardo. Il clima sul set conta moltissimo e quando c’Ë tensione la voglia di fotografare e di essere ripresi viene in qualche modo intaccata. Durante la lavorazione di La prima cosa bella il clima era splendido, rilassato e coinvolgente, e Livorno una citt‡ bella da scoprire per incursioni. CosÏ l’attrice, un po’ per gioco e un po’ per passione, si Ë ritrovata a scattare sul set pi_ di mille foto, di cui ha fatto poi una selezione che ha mostrato personalmente allo stesso regista. VirzÏ ha molto apprezzato questo lavoro e ha dichiarato di essere felice del fatto che, ora, parte di quella selezione venga esposta pubblicamente nella mostra organizzata dal Centro Cinema Citt‡ di Cesena nell’ambito del 13_ CliCiak. Inaugurazione sabato 10 aprile alle ore 17 in presenza dell’attrice. Il regista Giorgio Diritti e lo scenografo Leonardo Scarpa fra i protagonisti del Backstage Film Festival Dal 7 al 9 aprile il Centro Cinema Città di Cesena

ospita la 6ª edizione del festival dedicato ai retroscena del fare cinema in Italia, ieri e oggi. Per tre giornate sul grande schermo del Centro Culturale San Biagio in programma, fra gli altri, i backstage di Baarìa, L’Uomo nero, Gli amici del Bar Margherita, L’Uomo che verrà, Napoli Napoli Napoli Dal 7 al 9 aprile torna al Centro Cinema Città di Cesena la sesta edizione del Backstage Film Festival, il festival dedicato ai retroscena del fare cinema in Italia, sviluppatosi nel corso degli anni. L’attenzione è quindi rivolta al dietro le quinte del cinema italiano attraverso la proiezione dei backstage dei film e serie televisive e la presentazione dei migliori documentari che analizzano il cinema e i suoi protagonisti, dietro e davanti la macchina da presa.Sul grande schermo del Centro Culturale San Biagio di Cesena per tre giornate consecutive saranno proiettati tutti i video in concorso (26 in totale) con alcune novità riguardanti questa sesta edizione del festival. Accanto al concorso dei backstage, è previsto infatti un nuovo spazio speciale dedicato ai “Mestieri del cinema”, dove sceneggiatori, scenografi, costumisti, direttori della fotografia, montatori, ecc. saranno chiamati ogni anno a raccontare i segreti del loro mestiere. Protagonista di questa 6ª edizione del Backstage Film Festival è Leonardo Scarpa, che mercoledì 7 aprile alle 17 inaugura il programma del festival con un incontro sulle soddisfazioni, le difficoltà e gli aneddoti dell’essere scenografo. Scarpa ha lavorato con molti registi di rilievo nel cinema italiano: Pupi Avati (Gita scolastica, Noi tre, Festa di Laurea), Marco Bellocchio (Enrico IV, Gli occhi e la bocca), Carlo Mazzacurati (Il prete bello, Il toro, Vesna va veloce, La lingua del santo), firmando inoltre, tra le altre, le scenografie di Dazeroadieci di Ligabue, Baciami piccina di Cimpanelli e della serie tv L’ispettotore Coliandro dei Manetti Bros. Nel corso dell’incontro verranno proiettati alcune sequenze di film dove racconterà i segreti del suo mestiere. Altra novità di questa edizione 2010 del Backstage Film Festival è una “Lezione di cinema” affidata ad un attore o regista: il primo protagonista è il regista Giorgio Diritti, che giovedì 8 aprile incontra il pubblico, alle 21, per presentare il backstage de L’Uomo che verrà. Quei chi farà la storia è il titolo del lavoro, girato dalla videomaker Alessandra Gori, e documenta la realizzazione del film sul rastrellamento senza precedenti delle SS passato alla storia come la strage di Marzabotto. Il film è stato presentato a ottobre al Festival del Cinema di Roma, dove ha vinto il Premio del Pubblico. La proiezione del video di Alessandra Gori è un’anteprima assoluta per

Cesena: infatti è stato terminato appositamente per partecipare al Backstage Film Festival.E’ previsto, inoltre, anche quest’anno, uno sguardo sul cinema di ieri, con una serie di documentari presentati dagli autori che omaggiano personaggi e film del cinema italiano. Il primo appuntamento è mercoledì 7 aprile alle 21 con Noi che abbiamo fatto la dolce vita, un documentario ideato da Tullio Kezich (sceneggiatore e critico cinematografico scomparso l’estate scorsa, a cui il video è dedicato) e diretto da Gianfranco Mingozzi, aiuto regista di Fellini per La dolce vita, che è stato girato in occasione del cinquantesimo anniversario del capolavoro di Fellini che vinse la Palma d’Oro a Cannes nel 1960.Giovedì 8 aprile alle 17 è invece la volta di Steno, genio gentile, documentario di Maite Carpio in omaggio alla vita e al lavoro del regista italiano fra i più grandi autori della commedia italiana. Venerdì 9 aprile, alle 21, la regista Gloria De Antoni presenta La città di Angiolina, un documentario che racconta, a 50 anni di distanza, la città di Trieste durante le riprese di Senilità di Mauro Bolognini (1962), attraverso i ricordi di quanti hanno partecipato o soltanto presenziato alle riprese del film: gli attori, Claudia Cardinale e Philippe Leroy, il costumista Piero Tosi, le comparse triestine, lo scrittore Claudio Magris e Tullio Kezich, scomparso l’estate scorsa e al quale il documentario è dedicato.A seguire, nella stessa serata, il regista Daniele Di Blasio presenta Soltanto un nome nei titoli di testa (2008), un video dedicato a Ugo Pirro, uno dei più grandi sceneggiatori italiani, che ha firmato film diventati simbolo del cinema di impegno civile.Previsto anche quest’anno un programma per le scuole superiori di Cesena: giovedì 8 aprile, in mattinata, incontro con la videomaker Alessandra Roveda che presenta il backstage di Oggi sposi, mentre venerdì 9 aprile è la volta del videomaker Lorenzo Scurati e del montatore Alessandro Pantano per il backstage di Cosmonauta.Per quanto riguarda i video in concorso, nel corso delle tre giornate saranno proiettati, fra gli altri, i backstage di Baarìa di Giuseppe Tornatore, L’uomo nero di Sergio Rubini, L’uomo che aveva picchiato la testa di Paolo Virzì,  Lo spazio bianco di Francesca Comencini, Napoli Napoli Napoli di Abel Ferrara, Oggi sposi di Luca Lucini e Gli amici del Bar Margherita di Pupi Avati.Al termine delle proiezioni, una giuria popolare assegnerà un premio al miglior backstage fra quelli in concorso; un altro premio sarà assegnato dagli studenti delle scuole medie superiori di Cesena. Una giuria tecnica composta da Gloria

De Antoni, autrice, Oreste De Fornari, critico e Sara Schivazappa, attrice indicherà il miglior backstage e potrà segnalare altri lavori più meritevoli. La cerimonia di premiazione del Backstage Film Festival si terrà sabato 10 aprile, alle ore 18.30, presso la Sala Rossa del Centro Culturale San Biagio, in concomitanza con le premiazioni di CliCiak.I vincitori della 13° edizione di CliCiak; La giuria della tredicesima edizione di CliCiak, composta dal fotografo di scena Franco Bellomo, dal critico Cesare Biarese, dallo storico della fotografia e direttore di Forma Denis Curti, dalla giornalista Viviana Gandini e dal regista Gianluca Maria Tavarelli, preso in esame i materiali fotografici pervenuti e compiaciuta dell’accresciuta qualità e quantità, e dell’ingresso di diversi nomi nuovi, ha attribuito i seguenti riconoscimenti: – premio per la sezione bianco e nero ex aequo a: Gianfranco Mura per una foto di Vincere di Marco Bellocchio, per la capacità di sintesi simbolica e la forza espressiva; Fabrizio De Blasio per una foto di Pane e libertà di Alberto Negrin per aver saputo sintetizzare il movimento della scena in uno scatto. – premio per la sezione colore a Stefano Schirato per una foto di BaarÏa di Giuseppe Tornatore, per l’equilibrio compositivo e cromatico. – premio per la miglior serie in bianco e nero ad Igor Gentili per le foto di L’uomo nero di Sergio Rubini per aver saputo restituire il lavoro del set e le sue atmosfere. – premio per la miglior serie a colori a Emanuela Scarpa per le foto di Romanzo criminale – serie tv di Stefano Sollima per la capacità narrativa resa attraverso un linguaggio fotografico contemporaneo.Il premio speciale “Ciak ritratto d’attore”, assegnato dalla direzione e dalla redazione del mensile di cinema edito da Mondadori, Ë andato per la sezione  bianco e nero a Igor Gentili  per una foto di L’uomo nero; per la sezione colore ex aequo a Fabrizio Marchesi per una foto polaroid  di BaarÏa  e a Moris Puccio per una foto di Diverso da chi di Umberto Carteni. Il premio “Giuseppe e Alda Palmas”, che segnala il lavoro di un giovane fotografo per la prima volta in concorso, Ë andato a Filippo Silvestris per le foto di L’uomo nero.SEGNALAZIONI: La giuria ha ritenuto opportuno evidenziare in particolare il lavoro di Moris Puccio per l’insieme dei servizi presentati. Inoltre ha voluto segnalare anche i lavori di Donatello Biagioni (per Giulia non esce la sera), Cosimo Fiore (per L’uomo che verrà), Valentina Glorioso (per Agrodolce), Fabrizio Marchesi (per le Polaroid di BaarÏa), Paolo Porto (per Alza la testa), Simone Weihs (per Ce n’Ë per tutti). Per informazioni: Centro Cinema Città di Cesena  Via Aldini, 24 – Cesena Tel. 0547 355712 – 355718 – 355725 www.sanbiagiocesena.it  fonte:  Agenzia Prima Pagina

Caro amico lettore,
questo è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare positività…
Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti) e troverai una porta aperta dove far circolare le tue idee…POSITIVE!
Sostieni e diffondi l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie e sorrisi!Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws
Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^

Share This Post