Home » Buone Notizie

«Versetto e dolcetto», filastrocche e poesie sbarcano al supermercato

Inserito da

Album Versetto e Dolcetto. Una bontà che oggi diventa poesia…Coop ti offre una sorpresa che rallegra l’ora della merenda: una fantastica filastrocca “Versetto e Dolcetto” in ogni tortina Club 4-10. Ce ne sono ben 36, tutte simpaticissime, scritte solo per te da famosi autori italiani di poesie e racconti per bambini. Divertono, istruiscono e fanno crescere la fantasia. Scoprile tutte e richiedi gratuitamente l’album entro il 31 maggio 2010. ” Leggile al tuo bambino ogni volta che vuoi: gli regalerai emozioni e sorrisi, aiutandolo a scoprire il mondo che lo circonda.” Senza coloranti, senza grassi idrogenati,senza OGM, senza grassi tropicali, solo con aromi naturali: con tanta frutta e fibre, le tortine della linea di prodotti Club 4-10 ti aiutano ogni giorno a nutrire in modo più corretto il tuo bambino. Una scelta di bontà, nelle varianti albicocca, ciliegia e con latte e fibre, per assaporare ogni volta una merendina diversa e davvero unica. Realizzate con ingredienti genuini, con ricette studiate per contenere l’apporto calorico e la presenza di grassi, grassi saturi, zucchero e sodio. Il corretto stile di vita, in particolare l’attività fisica regolare e le buone abitudini alimentari sono le condizioni necessarie perché un bambino possa crescere sano e non abbia problemi di sovrappeso.I prodotti alimentari, presi singolarmente, non sono la causa del sovrappeso, né possono da soli rappresentare la soluzione del problema. Tuttavia, ricette studiate per ridurre le calorie e la presenza dei nutrienti più

critici (grassi saturi, zuccheri semplici, sale) possono aiutare i genitori a comporre una dieta equilibrata. A questo scopo Coop ha definito “Le linee guida Coop per una corretta alimentazione dell’infanzia”, con la supervisione di un autorevole Comitato Scientifico composto da ECOG (European Childhood Obesity Group: ovvero l’organismo europeo più autorevole che ha come obiettivi la protezione e promozione della salute dei bambini) e SIO (Società Italiana dell’Obesità: una delle più importanti società scientifiche che si occupano in specifico del tema obesità). In base a questi princìpi è nata la linea Club 4-10, una nuova linea di prodotti virtuosi destinati ai bambini, sviluppati seguendo le regole contenute nelle Linee Guida sopracitate. Una linea di prodotti che sarà composta a regime da circa 40 referenze, molte delle quali destinate alle occasioni di consumo fuori pasto: tutti i prodotti uniscono alle caratteristiche proprie del marchio Coop (assenza di coloranti, di grassi idrogenati, di OGM e ridotto uso di conservanti) un profilo nutrizionale adeguato. Inoltre nella ricettazione di questi prodotti si eviterà l’uso di grassi tropicali come l’olio di palma e di cocco, e si utilizzeranno solo aromi naturali. Il parere dell’esperto – Intervista alla dr.ssa Margherita Caroli. Obesità infantile: come prevenirla efficacemente? Lo abbiamo chiesto alla dr.ssa Margherita Caroli, Medico

Pediatra presso la UO Igiene della Nutrizione-Dipartimento di Prevenzione, ASL di Brindisi, Presidente dell’European Childhood Obesity Group (ECOG), uno dei massimi esperti italiani in tema di obesità infantile, che lancia un allarme: “Nel mondo – dichiara la D.ssa Caroli – il numero dei bambini obesi è in continuo incremento. Si stima che 22 milioni di bambini al di sotto dei 5 anni siano sovrappeso ed obesi. E’un problema di sanità pubblica di portata mondiale tanto che ormai si parla di globesity .” “La cifra è già di per sé terribile – continua la D.ssa Caroli – ma va aggiunto che ora i bambini diventano obesi in età sempre più precoci e che le complicanze da cui sono affetti sono sempre più gravi. Sono infatti ormai frequenti anche in età pediatrica l’iperinsulinemia, l’ipertensione, l’ipercolesterolemia e la steatosi epatica. Uno dei fattori alla base della comparsa di queste complicanze è proprio un’alimentazione povera di fibre ed antiossidanti e ricca invece di alimenti preconfezionati con grassi e zuccheri aggiunti. Quali ritiene possano essere le misure più efficaci per attuare una prevenzione efficace dell’obesità infantile? Seguire le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, perché la “mission” della OMS è quella di proteggere e favorire il raggiungimento del più alto livello di salute ottenibile da tutta la popolazione mondiale. E per raggiungere questo obiettivo ha il compito, affidatole dalle

Nazioni Unite e quindi dall’autorità politica mondiale, di coordinare e dirigere le azioni nell’ambito dei problemi di salute mondiali. Di conseguenza al mandato ricevuto, la WHO(World Health Organization) indirizza le linee di ricerca, stabilisce norme e standard,fornisce un supporto tecnico di esperti ai Paesi , monitora e valuta i bisogni di salute. Tutte queste azioni portano alla stesura di linee guida per affrontare efficacemente problemi di salute pubblica e fa quindi da rete perché i Paesi possano risolvere i problemi di salute globali insieme in maniera coordinata. Secondo la WHO quindi un programma preventivo efficace deve comprendere interventi di informazione e formazione per la popolazione,ma devono anche essere coinvolti gli urbanisti perché le città costruite per le auto ritornino ad essere pensate per gli uomini e le industrie  alimentari perché producano alimenti più sani a prezzi accessibili. Per quali ragioni fino ad oggi i vari Piani di azione messi in atto da WHO (1992,2000,2005,2007) e tutti i documenti scritti dal fior fiore degli esperti non hanno prodotto salute per la popolazione ed in particolare per i bambini non solo europei, ma di tutto il mondo? Molti Stati non sono riusciti a raggiungere gli obiettivi nutrizionali definiti dallaWHO in primo luogo per mancanza di risorse, competenze, impegno politico o coordinamento intersettoriale che hanno impedito una

adeguata attuazione dei piani d’azione. A ciò si deve aggiungere un’incompleta comprensione dei complessi fattori che influenzano la dieta e i modelli di stile di vita come risultato della globalizzazione e della liberalizzazione del mercato. Mi riferisco ad esempio all’aumentata disponibilità di zucchero, di oli vegetali e prodotti animali, mentre viceversa solo pochi Stati mettono a disposizione di tutta la popolazione sufficienti quantità di frutta e verdura. Sull’adozione di scelte alimentari scorrette grava anche la responsabilità dei media, della pubblicità, della distribuzione e dell’industria alimentare, che nonostante verbalmente abbiamo manifestato adesione ai  richiami dell’OMS, non hanno poi agito con coerenza. Se aggiungiamo poi che i nostri bambini sono sempre più sedentari perché vivono in un ambiente urbano che non favorisce spostamenti attivi sicuri e trascorrono sempre più ore davanti a TV e computer, si comprendono meglio le molteplici cause del problema. Come la distribuzione e le industrie alimentari possono concorrere positivamente alla tutela della salute pubblica e alla promozione di azioni di efficace prevenzione di sovrappeso e obesità? In primo luogo aumentando la disponibilità e promuovendo la vendita di frutta e vegetali. In secondo luogo migliorando la qualità nutrizionale dell’offerta di alimenti nelle Istituzioni pubbliche, nelle scuole in particolare.

Le industrie alimentari invece devono assolutamente impegnarsi nello studio di nuovi prodotti o nella riformulazioni di quelli esistenti ad alto contenuto energetico e di scarso valore nutrizionale, in modo da ridurre i grassi, gli zuccheri e il sale a favore di fibre, frutta e verdura. In questo senso considero molto positivo il progetto di promozione della salute dei bambini intrapreso da Coop e mi auguro possa essere di esempio per il mercato. Un’ultima domanda, Lei è Presidente dell’ ECOG, una delle Società che farà parte del Comitato Scientifico che supervisionerà linee guida e contenuti scientifici del progetto che Coop ha avviato al fine di sensibilizzare i genitori sul tema della corretta alimentazione e corretti stili di vita dei bambini. Ci può illustrare le finalità della Società che Lei presiede? Gli obiettivi dell’ECOG sono quelli della protezione e promozione della salute dei bambini, con uno specifico interesse all’obesità. Nel nostro Statuto riconosciamo e promuoviamo la collaborazione tra esperti di diversi campi per il trattamento, ma soprattutto per la prevenzione dell’obesità in età pediatrica. Al suo interno abbiamo il top dell’expertise nel campo dell’obesità in età pediatrica e ciò è particolarmente importante per un approccio europeo alla soluzione di questo fenomeno che è diventato il maggior problema di salute nei paesi sviluppati.  fonte e-coop.it

Caro amico lettore,
questo è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare positività…
Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti) e troverai una porta aperta dove far circolare le tue idee…POSITIVE!
Sostieni e diffondi l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie e sorrisi!Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws
Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOODNEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^