Home » Buone Notizie

“Sessomatto” preso lo stupratore delle anziane!

Inserito da

Oltre 100 vecchiette le sue vittime, era ricercato dagli anni Novanta. scotland yard aveva istituito Una forza speciale per arrestarlo. Avrebbe messo a segno più di cento violenze dagli anni ’90 ad oggi: era uno degli uomini più ricercati del Paese. LONDRA – Più di cento aggressioni sessuali contro altrettante donne anziane, ultrasettantenni. Di questo è sospettato un uomo arrestato dalla polizia inglese. «Possiamo confermare l’arresto di un uomo di 52 anni alle prime ore del mattino, durante un’operazione pianificata – ha dichiarato un portavoce di Scotland Yard -. È attualmente sotto custodia in un commissariato di Londra». TAGLIAVA I CAVI – L’uomo, soprannominato “il cacciatore della notte”, era ricercato dagli anni Novanta e Scotland Yard aveva costituito una squadra speciale per identificarlo e arrestarlo. Agiva di notte nei quartieri sud della città: entrava in casa delle sue vittime, tagliava i cavi di luce e telefono e le sorprendeva quasi sempre nel sonno. Secondo Scotland Yard, le svegliava puntando loro una torcia in faccia e le violentava. Sarebbero almeno 108 le anziane stuprate. La più giovane all’epoca aveva 68 anni e la più anziana 93. Per la cattura del “cacciatore della notte” era stata offerta una ricompensa di 44 mila euro. fonte corriere.it – La realtà supera la fantasia! Nel film “sesso matto” di Dino Risi c’è un episodio che ricorda questo caso di cronaca; * Non è mai troppo tardi: un avvocato (Giancarlo Giannini), sposato con una bella donna (Laura Antonelli), ama le donne che superano i settant’anni e ne ama una in particolare (Paola Borboni). Alla fine riesce a conquistarla e a fare l’amore con lei. Alla fine dell’episodio la tradirà con sua madre (ancora più anziana di lei).  Gli altri episodi del film;  * Signora, sono le otto: un cameriere (Giancarlo Giannini) quando sveglia la padrona di casa (Laura Antonelli) fa l’amore con lei per riuscire a svegliarla. * Due cuori e una baracca: due poveracci (Giancarlo Giannini e Laura Antonelli) sospettano di tradirsi a vicenda e per questo quasi sempre, ogni volta che lui torna a casa, si picchiano. Poi fanno la pace facendo l’amore mentre parlano di quello che lei preparerà per pranzo il giorno dopo.

* Viaggio di nozze: due sposini (Giancarlo Giannini e Laura Antonelli) vanno in viaggio di nozze a Venezia ma non riescono a fare a causa di lui. Lei scoprirà che lui riesce a farlo solo sui mezzi di trasporto e lo faranno per la prima volta nell’ascensore del loro condominio.* Torna piccina mia: un uomo (Giancarlo Giannini), la cui moglie se ne è andata di casa con un altro, fa travestire un prostituta (Laura Antonelli) come lei per ricreare la donna di cui tanto è innamorato. * Lavoratore italiano all’estero: un italiano (Giancarlo Giannini) residente all’estero fa come lavoro il donatore di sperma masturbandosi. Quel giorno si mastrurba pensando alla bella suora (Laura Antonelli) dell’ospedale. Da notare l’ingessatura alla mano destra di Giannini per il troppo “uso” e che l’episodio è in svedese senza sottotitoli. * La vendetta: una vedova siciliana (Laura Antonelli) il cui marito (Giancarlo Giannini) è stato ucciso per mano mafiosa, sposa e uccide con una notte di sesso il boss mafioso, il cui cuore non era abituato a tanto “amore”, che aveva fatto uccidere il marito. * Un amore difficile: un pugliese (Giancarlo Giannini) arrivato a Milano per vedere il fratello si innamora di un travestito (Alberto Lionello) per poi scoprire che il travestito è suo fratello. * L’ospite: la moglie (Laura Antonelli) di un industriale (Duilio Del Prete) , tenta un ospite (Giancarlo Giannini) venuto a casa sua per una cena. Alla fine il marito della donna caccerà via l’ospite e la ringrazierà per aver fatto il suo lavoro. “Arrapato” dalla donna l’uomo si fionderà addosso alla cameriera. Il film, i cui protagonisti sono Giancarlo Giannini e una splendida Laura Antonelli, è composto da una serie di episodi che hanno al centro il tema del sesso “bizzarro”. Nella pellicola, sia Giannini che la Antonelli si cimentano camaleonticamente nell’interpretazione dei personaggi più disparati, dagli sposini romagnoli ai borgatari romani, dal menage cliente – prostituta, a quello donatore di sperma – suora svedese. In particolare Giannini dimostra, anche grazie al trucco, il particolare lato grottesco dei suoi ritratti (soprattutto nell’episodio “Non è mai troppo tardi” dove interpreta addirittura un gerontofilo che insidia l’ottuagenaria Paola Borboni). Nel penultimo episodio del film, “Un amore difficile”, curiosamente Laura Antonelli non compare al fianco di Giannini, sostituita da Alberto Lionello nella parte di un travestito pugliese trapiantato a Milano. N.D.R.


Caro amico lettore,
questo è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare positività…
Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti) e troverai una porta aperta dove far circolare le tue idee…POSITIVE!
Sostieni e diffondi l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie e sorrisi!Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws
Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws