Home » Eventi e spettacoli

Trekking urbano: ad Halloween si festeggia la giornata nazionale

Inserito da

Da qualche tempo si sta diffondendo sempre di più nelle nostre città il cosiddetto trekking urbano, l’interessante attività che può consentire di scoprire in maniera slow e inedita volti che magari neppure conosciamo della città in cui noi stessi viviamo. Il principio è quello di abbandonare le nostre consuete abitudini per andare oltre lo scontato. Qualche esempio? Cambiare percorso per raggiungere il luogo di lavoro, decidere una mattina di lasciare l’auto in garage e fare quattro passi o partecipare alle iniziative che di tanto in tanto vengono organizzate in città per andare alla scoperta dei volti urbani inediti. Il risultato sarà sicuramente quello di scoprire e rivalutare con occhi nuovi la nostra città, quasi come se fossimo noi stessi dei turisti, aperti quindi alla scoperta. Il nucleo centrale di questa filosofia è, detto in una parola, camminare. E si sa quanto camminare oltre a far bene alla salute fisica – aiuta la circolazione, lo smaltimento di grassi e quindi a combattere obesità e diabete – faccia bene anche alla mente in quanto aiuta a combattere stress, ansia e depressione aiutando in generale a essere più ottimisti e propositivi proprio perché si evitano situazioni di per sé stressanti come traffico e calca nei mezzi pubblici, oltre ovviamente a essere il mezzo di locomozione in assoluto più ecologico che ci sia. A venirci incontro in questo percorso, al di là di quello che ognuno di noi potrebbe fare nel corso di tutto l’anno facendo di queste sane abitudini il proprio stile di vita, anche quest’anno la Giornata Nazionale del Trekking Urbano, giunta alla sua sesta edizione e che si celebra il prossimo 31 ottobre con numerose iniziative in molte città italiane.

Fra queste ve ne segnaliamo qualcuna, un modo sicuramente alternativo per trascorrere la festa di Ognissanti che ormai sull’onda della tradizione d’Oltreoceano di Halloween sta prendendo sempre più piede anche da noi secondo abitudini e travestimenti che in effetti poco ci appartengono.E per noi che non siamo convenzionali il trekking urbano può rappresentare certamente un modo alternativo e più interessante per unire il divertimento alla scoperta della nostra o di qualcun’altra delle tante città artistiche del Belpaese. A Trento (info e iscrizioni: 0461/21.60.00) (www.apt.trento.it), una delle città d’arte più graziose d’Italia, anche se forse fra le meno conosciute, propone l’iniziativa “Weekend stregato nella Tridentum sotterranea” con un itinerario rigorosamente a piedi alla scoperta della Trento sepolta fra antichi resti romani, atmosfere misteriose e magie culinarie. Sotto le strade e le piazze medievali della città sopravvive, infatti, ancora l’antica Tridentum romana. Così si andrà alla scoperta dei resti delle mura romane e dell’antica porta d’accesso alla città, Porta Veronensis, oltre a resti di torri, tratti di strade lastricate e marciapiedi, fossati e resti dell’impianto fognario, una domus con i suoi decori, alcune case e botteghe artigiane. Un percorso dunque di grande fascino che andrà alla scoperta dei suoi siti archeologici più importanti. Dalla Basilica Paleocristiana a Casa Terlago, da Palazzo Lodron e così via insieme a gustose soste enogastronomiche e momenti d’intrattenimento. A Macerata (info e iscrizioni: 0733/25.63.82) (www.comune.macerata.it)

si andrà invece alla scoperta di percorsi cittadini minori poco lontano dalle piazze e dalle vie principali. Sono luoghi in cui rintracciare, partendo dai “Cancelli” di Piazza Annessione ed immergendosi nel reticolo di vicoli dell’antica zona di “San Lorenzo” “Porta Montana” e “San Liberato”, una quotidianità minore e popolare intessuta di lavoro artigiano e di piccoli commerci, accompagnati dalle estemporanee esibizioni degli artisti di strada oltre che da degustazioni dei prodotti della ghiotta tradizione enogastronomia locale. A Matera (www.sassidimatera.it) (info e iscrizioni: 0835/33.61.66), invece, patrimonio Unesco per i suoi straordinari Sassi, si andrà alla scoperta degli angoli più nascosti della città in cui aleggiano atmosfere che sicuramente ben si confanno alle suggestioni della notte di Ognissanti. Così si andrà in giro per i Sassi seguendo un itinerario illuminato dalla luce delle fiaccole partendo da piazza San Giovanni, che prende il nome dall’omonima chiesa edificata nel 1233, e, percorrendo strette stradine si andrà alla scoperta del Sasso Barisano e del Sasso Caveoso. Da qui si procederà verso l’imponente Palazzo Lanfranchi, sede del Museo d’Arte Moderna, tappa conclusiva di questa misteriosa passeggiata, dopodichè, anche qui, spazio alle delizie della ricca tradizione culinaria locale. Per tutti gli altri itinerari e per i programmi dettagliati nelle città che aderiscono all’iniziativa trekking urbano.  fonte greenme.it


Caro amico lettore,
questo è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare positività…
Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti) e troverai una porta aperta dove far circolare le tue idee…POSITIVE!
Sostieni e diffondi l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie e sorrisi!Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws
Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws