Progettazione illuminotecnica eco-sostenibile e risparmio energetico

I consumi dovuti all’illuminazione per esterni sono la prima voce di spesa per i comuni, e solo con l’introduzione delle recenti leggi regionali per il contenimento dell’inquinamento luminoso e per il risparmio energetico, si è iniziato a parlare di sostenibilità e qualità della luce e conseguente risparmio energetico che in moti casi potrebbe arrivare anche al 50% delle spese per l’illuminazione. Sta emergendo quindi l’esigenza di nuove figure professionali dedicate alla progettazione della luce, con una visione non prettamente ingegneristica ma multidisciplinare, ecologico-ambientale, di energy manager, di pianificazione urbanistica e valorizzazione del territorio, per permettere il conseguimento di elevati standard qualitativi dell’illuminazione urbana e di eco-sostenibilità notturna del territorio. Da questa idea è nata l’associazione culturale “Light-is Professional Eco-Light Association”  la prima che in Europa raccoglie decine di illuminotecnici che hanno condiviso e sottoscritto la sua “Carta Etica della Luce”, un codice etico di comportamento e autoregolamentazione della progettazione della luce, orientato al committente e fondato su: -l’indipendenza del professionista della luce da società produttrici di materiali per l’illuminazione  che portano interessi del mondo della luce, allo scopo di salvaguardare, la qualità, le scelte intellettuali e l’integrità dell’operato nei confronti del committente, pubblico o privato, – l’impiego di soli prodotti per l’illuminazione dotati di dati fotometrici certificati,

per garantire il committente della qualità del prodotto, del progetto e le sue verificabilità e controllo, – l’adozione di rigorosi criteri tecnici di sostenibilità della luce, gli stessi adottati da molti comuni, i requisiti di ben 11 leggi regionali,  delle leggi della Slovenia e della Repubblica Ceca, del protocollo ITACA sottoscritto dalle regioni per la sostenibilità energetico-ambientale nella bio-edilizia, quale strumento dimostratamente più efficace ed equilibrato per la salvaguardia di valori imprescindibili come la qualità della luce e la valorizzazione del territorio, la sicurezza stradale e delle persone, il confort visivo, la compatibilità ambientale, il risparmio energetico. Light-is ha come obiettivo quello di diffondere una cultura della luce più consapevole ed a misura d’uomo ed inoltre di: – sostenere la progettazione della luce secondo criteri eco-compatibili, – diffondere ad ogni livello  e senza confini, i propri principi etici, – promuovere nuovi standard per il mercato e la produzione, – fornire strumenti culturali e operativi ai propri associati. Sicuramente obiettivi ambiziosi che pongono Light-is come un possibile riferimento etico e di qualità, per istituzioni e comuni, nell’attuale confusione di un mercato dela luce invaso da prodotti di bassa qualità provenenti dall’oriente “meno costosi” solo all’atto dell’acquisto e di decine di improvvisati produttori di apparecchi a led che ci promettono mirabolanti risparmi e risultati. L’associazione ha un portale web www.lightis.eu utile sia per comuni che per progettisti con decine di notizie ed informazioni, tecniche e di attualità, e gli estremi della Carta Etica della Luce. per chi volesse iscriversi, inoltre è possibile contattarla ai seguenti riferimenti: info@lightis.eu


Caro amico lettore,
questo è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare positività…
Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti) e troverai una porta aperta dove far circolare le tue idee…POSITIVE!
Sostieni e diffondi l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie e sorrisi!Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws
Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

Share This Post