Striptease, 10 regole per imparare

Se avete voglia di giocare con il vostro lui, se volete sentirvi spudorate e un po’ pantere o provare l’irresistibile sensazione di stuzzicare la sua fantasia facendolo impazzire di desiderio, perché non divertirvi a improvvisare uno spogliarello? Spogliarello casalingo? Fattibilissimo, basta seguire qualche regoletta e il gioco è fatto. Noi vi diamo le istruzioni, la fantasia e l’occasione mettetecele voi. Naturalmente di improvvisato ci sarà ben poco: la pratica, davanti a uno specchio e con la musica, è fondamentale per sentirsi più sicure, a proprio agio e naturali. Provate i movimenti, i passi e soprattutto come interagire con l’ambiente che vi circonda inventando di volta in volta nuovi gesti che possano eccitarlo: la tenda per un gioco vedo-non vedo, una sedia per una posizione hard, il lenzuolo, il bastone per riporre i vestiti nell’armadio, lo stipite di una porta o l’anta del guardaroba, per esempio, dietro la quale scomparire per poi tornare a svelarsi poco alla volta. Scegliete la canzone con cura: un brano che piaccia a entrambi, meglio se con un ritmo lento ma ben definito come Karmacoma dei Massive Attack (il testo, tra l’altro, sembra fatto apposta) o Wicked game di Chris Isaak (dalla colonna sonora di “Wild at heart”) se il vostro modo di sedurre è sinuoso e felino; se invece preferite giocare su movimenti più rapidi un’idea potrebbe essere Man, I feel like a woman di Shania Twain o Erotica di Madonna. In ogni caso lasciate che il vostro corpo si muova lento, lentissimo, che le vostre mani sfiorino e accarezzino la vostra pelle, avvicinatevi e allontanatevi da lui prima che vi possa toccare: voi siete l’oggetto del suo desiderio, ma lui dovrà limitarsi a desiderarvi in silenzio, guardandovi e fantasticando su ciò che accadrà dopo. Almeno fino a quando lo vorrete voi. Non distogliete mai lo sguardo da lui, neanche quando gli darete le spalle: gli occhi sono il più potente mezzo di seduzione quando sottintendono tutto il mondo di piaceri che lo striptease anticipa.

Scegliete l’abbigliamento giusto: camicetta con tanti bottoni facili da slacciare a uno a uno, lentamente, una gonna, ideale da sfilare, magari voltandovi di schiena, spalline che scendono, reggiseno da slacciare (davanti?) ma da non togliere immediatamente. Lasciatelo con la bocca asciutta, deludete le sue aspettative e dedicatevi a stuzzicarlo ancora un po’ prima di mostrarvi e passare poi alle mutandine, da togliere magari sedute su di una poltroncina o proprio di fronte a lui. Se avete i capelli lunghi legateli in maniera tale che sia poi semplice scioglierli in una mossa a effetto, truccatevi le labbra e poi lasciate che sorridano, si schiudano, si arriccino per lanciare baci. Indossate i tacchi, sempre capaci di scatenare nell’immaginario maschile le più diverse fantasie erotiche. Non toglieteli neppure quando sarete nude. E siate pronte a usare tutto il vostro corpo per sedurlo, dalla testa ai piedi. Osservate e imparate dalle maestre: il cinema offre non pochi spunti e suggerimenti e le storiche scene di Kim Basinger in Nove settimane e mezzo, Natalie Portman in Closer, ma anche Demi Moore in Striptease, per l’appunto, della sensualissima Jessica Alba di Sin City e della sempre intramontabile Sophia Loren in Ieri, oggi e domani sono sempre delle ottime fonti di ispirazione. Infine ricordate che l’ironia è tutto: solo se saprete giocare e ridere eviterete imbarazzi e goffaggini, potrete divertire e divertirvi, sedurre ed eccitarvi. Dopodiché toccherà a lui!  fonte donna.libero.it


Caro amico lettore,
questo è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare positività…
Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti) e troverai una porta aperta dove far circolare le tue idee…POSITIVE!
Sostieni e diffondi l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie e sorrisi!Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws
Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

Share This Post