Home » BioSalute

Qualità, quantità dei cibi e rispetto dell’orario nel consumo aiutano a mantenere la linea

Inserito da

Messo al bando lo spuntino di mezzanotte. Chi prima di andare a letto si cimenta nel mangiare qualcosa fuorio dagli orari canonici della cena, rischia di mandare all’aria i tentativi di condurre una dieta equilibrata e perdere peso. Lo dice la ricerca della Northwestern University, nell’Illinois, coordinata da Deanna Arble e pubblicata dalla rivista “Obesity”. L’esperimento ha dato questo esito dopo le analisi compiute su alcuni topi. Gli animaletti sono stati suddivisi in due gruppi: dopo sei settimane in cui il primo gruppo veniva nutrito agli orari dei pasti tradizionali mentre il secondo in orari di ‘sonno’, si è scoperto che il secondo gruppo di roditori aveva sviluppato un peso doppio rispetto agli altri. Il messaggio che i ricercatori mandano ai cittadini comuni dopo questo esperimento, è rivolto soprattutto a chi fa i turni di notte e più in generale a chi crede che un tazza di latte con qualche biscotto prima di andare a letto, non faccia male. In realtà, spiegano, ‘quando’ si mangia è importante quasi allo stesso modo di ‘come’ si mangia.  L’esperimento ha dato questo esito dopo le analisi compiute su alcuni topi. Gli animaletti sono stati suddivisi in due gruppi: dopo sei settimane in cui il primo gruppo veniva nutrito agli orari dei pasti tradizionali mentre il secondo in orari di ‘sonno’, si è scoperto che il secondo gruppo di roditori aveva sviluppato un peso doppio rispetto agli altri.

Il messaggio che i ricercatori mandano ai cittadini comuni dopo questo esperimento, è rivolto soprattutto a chi fa i turni di notte e più in generale a chi crede che un tazza di latte con qualche biscotto prima di andare a letto, non faccia male. In realtà, spiegano, ‘quando’ si mangia è importante quasi allo stesso modo di ‘come’ si mangia. Non basta stare attenti alla qualità de cibo che ingeriamo e alla quantità perché per mantenere “la linea” si rende necessario consumare i pasti osservando determinati orari. Saltare i pasti, o mangiare ad orari strani, come fanno i nottambuli e i turnisti non aiuta il metabolismo e crea difficoltà per mantenere il peso forma. Ricercatori della Northwestern University dell’Illinois, hanno studiato il comportamento di alcuni topi che sono stati divisi in gruppi e nutriti con gli stessi cibi, somministrati però ad orari diversi. I topi alimentati in orari strani sono aumentati di peso il doppio rispetto agli altri. E’ stata così dimostrata la connessione tra cibo, regolarità dell’ orario nell’assunzione e peso.La ricerca ha messo in luce elementi importanti, utili a quanti vogliono sconfiggere l’obesità che è causa di numerose malattie, tra cui quelle cardiovascolari.  fonte blogscienze.com

logo-108x89123
Caro amico lettore,
questo è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare positività…
Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti) e troverai una porta aperta dove far circolare le tue idee…POSITIVE!
Sostieni e diffondi l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie e sorrisi!Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws
Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws