Home » Buone Notizie

Desiderio da Settignano

Inserito da

Desiderio da Settignano (Settignano, circa 1430 – Firenze, 1464) è stato uno scultore italiano. Nei suoi busti-ritratti il tema preferito fu quello di donne e bambini dove il marmo sembra trasformarsi in cera, raggiungendo vertici di toccante realismo, ingentilito da una grazia di struggente dolcezza. Desiderio de Bartolomeo di Francesco, detto Ferro, nacque a Settignano, nei pressi di Firenze, nel 1430 circa da una famiglia di scalpellini e si formò in ambito donatelliano. Tra il 1450 e il 1455 lavorò, con un fregio di cherubini, nella cappella Pazzi in Santa Croce ed, insieme ad Antonio Rossellino, sotto la direzione di Bernardo Rossellino, alla tomba della Beata Villana , nella Basilica di Santa Maria Novella. Nel 1453 si immatricolò all’Arte dei Maestri di pietre e legnami. Tra il 1453 e il 1458 circa eseguì la Tomba del cancelliere Carlo Marsuppini nella chiesa di Santa Croce a Firenze; il monumento deriva dalla Tomba di Leonardo Bruni di Bernardo Rossellino, l’impostazione è la stessa: il defunto, disteso, sopra il sarcofago, è inquadrato in un arco trionfale retta da paraste, dove nel lunettone è il tondo la Madonna con il Bambino. Desiderio introduce, a differenza del Rossellino, ritmi curvilinei in modo da romperne il rigido schema: il sarcofago ha angoli smussati, i putti porta-stemma sono spostati alla conclusione delle pareste in modo da farne una base animata, il festone retto da geni, cade ai lati dell’arco trionfale, aumentando lo spazio percepito invece di chiuderlo tutto entro l’arco trionfale. Anche con il quasi coetaneo Antonio Rossellino, del resto, non

mancheranno i reciproci rimandi. Del 1455 circa è il Busto-ritratto di Marietta Strozzi, conservato a Berlino e la Maddalena in legno policromo, per la chiesa di Santa Trinita a Firenze, dove, grazie al trattamento morbido e accurato delle superfici, la vecchiaia della Maddalena è si sofferta ma non raggiunge la deformazione, presente invece nella coeva Maddalena di Donatello. Del 1461 è il Tabernacolo per la cappella del Sacramento nella chiesa di San Lorenzo. Muore a Firenze nel 1464. Settignano è una pittoresca frazione del comune di Firenze a nord-est della città, nota ai turisti per le spettacolari vedute che offre. Nel borgo vi sono resti romani che è possibile attribuire all’epoca di Settimio Severo (fine II secolo d.C.) – in cui onore nel XVI secolo fu eretta una statua nella piazza più antica del paese, andata distrutta nel 1944 – sebbene l’insediamento in questa zona sia di molto precedente.Settignano era un luogo di villeggiatura sicuro durante l’estate per i guelfi fiorentini. Giovanni Boccaccio e Niccolò Tommaseo apprezzarono la sua frescura, le sue vigne e i suoi campi di olivi, il paesaggio tipico dei giardini all’italiana. Nel 1898 Gabriele d’Annunzio acquistò la trecentesca Villa della Capponcina nei dintorni di Settignano, per essere più vicino alla sua amante Eleonora Duse, a Villa Porziuncola. Il piccolo borgo ha dato i natali a diversi scultori del Rinascimento fiorentino, come Desiderio da Settignano ed i fratelli Gamberini, meglio noti come Bernardo Rossellino e Antonio Rossellino. Il giovane Michelangelo visse con uno scultore e sua moglie a Settignano – in una cascina nota oggi come “Villa Michelangelo” – dove suo padre possedeva una cava di marmo. Nel 1511 vi nacque un altro scultore, Bartolomeo Ammanati. La presenza a Settignano di numerose cave di pietra serena spiega i tanti scultori provenienti da queste terre. * Stoldo Lorenzi, scultore Nel 1898 si stabili a settignano Gabriele D’annunzio. Vicino a Settignano si trovano la Villa Gamberaia, una villa del XIV secolo famosa per i suoi settecenteschi giardini a terrazza, e la più appartata Villa I Tatti, di proprietà di Bernard Berenson, oggi un centro di studi di storia dell’arte gestito dall’Università di Harvard.  N.D.R.

logo-108x89132

Caro amico lettore, questo è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare positività…
Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti) e troverai una porta aperta dove far circolare le tue idee…POSITIVE!
Sostieni e diffondi l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie e sorrisi!Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws
Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

GOOD NEWS Cerca il Meglio per te

^ SHOPPING ^