Siate Donne! Vivete il vostro peso e le vostre forme…

Della morte e della carne

Ci sono due malattie strettamente collegate tra loro, la bulimia e l’anoressia. Apparentemente in totale opposizione, sono invece due facce di uno stesso problema, che colpisce soprattutto le donne. Ovvero la mancata accettazione di se stesse. L’anoressica in particolare, oltre che del proprio personale disagio, è vittima di un bombardamento quotidiano su un modello di corpo, la taglia 38 per intendersi, che trova su ogni genere di pubblicità e di immagine, dalla carta stampata alla televisione, passando anche per il web e per il cinema naturalmente. Questo però è uno spazio dedicato alle buone notizie, e ce n’è una davvero sorprendente. In mezzo al mare magnum delle donne chiodo che fanno plìn plìn, di quelle androgine che si sdraiano sui divani mostrando ossa e godendo di improbabili profumi, o di quelle che continuano a prendere lassativi per dimagrire defecando, ce n’è una che va orgogliosa del suo corpo curvilineo, carnale e sensuale come una statua greca. Non solo: è una che del suo corpo ha fatto un’icona per dire a tutte le altre: siate donne e vivete il vostro peso e le vostre forme morbide come una benedizione divina.

E’ una donna vivace, intelligente e, oserei dire senza essere frainteso, con tanto di attributi. Mi perdonerà questa boutade Simona Sessa, giornalista, blogger, scrittrice e regina del pin up. Pin up: un mondo quasi magico, che ricorda le maggiorate americane degli anni cinquanta e sessanta, Betty Page, Jayne Mansfield, Tempest Storm, Jane Russel. Con la differenza che se quel mondo le voleva belle e stupide, la nostra ci ha messo l’ingegno, così nelle sua battaglie contro l’anoressia come nello sviluppo di un merchandising unico nel suo genere, quello delle guepiere, delle calze con la riga, delle giarrettiere e dei tacchi a spillo. E se da maschio percepisco quello dei miei consimili che come me soffrono della deficienza da cromosoma Y, vorrei che la buona notizia dell’esistenza di Simona Sessa (www.simonasessa.com), fosse per una volta condivisa anche dal pubblico femminile, perché Simona è davvero una che sta dalla loro parte. In mondo che un uomo pubblico è un personaggio e una donna pubblica una mignotta, che il segretario delle Nazioni Unite è un potente, mentre la segretaria delle Nazioni Unite è vista come una che batte a macchina, che un uomo di mondo è uno che sa come vivere e una donna di mondo è ancora una volta un sinonimo di mignotta, Simona è lì anche per rovesciare questi schemi. Che sia anche bella, è un optional, ma questa è un’ulteriore buona notizia. Carlo A. Martigli

Carlo A. Martigli, autore di numerosi romanzi e saggi, nella sua attività parallela di consulente editoriale ed editor professionale, si occupa della valutazione e della eventuale pubblicazione di opere letterarie, anche di nuovi autori. Le opere di maggior interesse riguardano la narrativa commerciale, la saggistica di largo consumo e il graphic novel, con un’attenzione particolare a standard di qualità per originalità e stile. PER MAGGIORI INFORMAZIONI http://blogone.eu/carlomartigli/

Caro amico lettore,
questo è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare positività…
Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti) e troverai una porta aperta dove far circolare le tue idee…POSITIVE!
Sostieni e diffondi l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie e sorrisi!

Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws
Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws

Share This Post