Home » Buone Notizie

Mille Miglia

Inserito da

PRIMA TAPPA… CON SORPRESA
Meno male che doveva essere una sorta di prologo… La prima tappa della Mille Miglia 2009, da Brescia a Ferrara passando da Desenzano e Verona, sulla carta non presentava grosse difficoltà: è la più breve e serve agli equipaggi per entrare nel “clima” della manifestazione. Ma la gara, sia pur di regolarità, è sempre gara. E le sorprese non mancano mai.
È stato così anche per noi, equipaggio numero 61 con l’Alfa 6C 2300 B Touring della squadra ufficiale Alfa Romeo, composto da Francesca Grimaldi, giornalista Rai, e dalla sottoscritta, inviata di “Quattroruote” e navigatrice. Partite da Brescia alle 20.04, non facciamo quasi in tempo a uscire dalla città ed ecco il primo problema: la bruciatura di un ferodo, che si attacca alla ruota posteriore sinistra, ci obbliga a fermarci.
Per fortuna i bravissimi meccanici del team Alfa storiche riescono a risolvere il problema nel giro di cinque minuti e a metterci in condizione di ripartire: Francesca ci dà dentro con tutta la sua abilità (e dire che è la prima volta che partecipa con questa vettura) e al primo controllo orario arriviamo con solo 1’20” di ritardo. Ma la sfortuna è ancora in agguato: in un posto sperduto, la zona industriale di Ostiglia, restiamo improvvisamente senza benzina, probabilmente per un problema al serbatoio.
Non sappiamo come cavarcela, finché, all’improvviso, dal pubblico spunta un signore con un innaffiatoio pieno di carburante che ci permette di ripartire! La Mille Miglia è anche, o forse soprattutto, questo: gente ovunque, seduta a cenare lungo la strada, affacciata ai balconi, pronta ad agitare le bandiere e a lanciare fiori. Uno spettacolo, per certi aspetti, di altri tempi, quando eventi come questi aiutavano a ricucire le ferite di un’Italia dilaniata anche da una guerra civile con l’ago e il filo di una comune passione.
Ma torniamo alla gara: Verona ci accoglie con la splendida cornice di piazza delle Erbe e dell’Arena illuminata, poi rotta su Ferrara, dove arriviamo, come previsto, poco dopo mezzanotte. I contrattempi, da mettere sempre in conto, ci sono costati 5 o 6 minuti di ritardo, ma alla fine della tappa abbiamo recuperato tutto il distacco: un’occhiata alle classifiche e scopriamo di essere al settantesimo posto assoluto (non male, su 375 iscritti) e al primo tra gli equipaggi interamente femminili. Luciano Viaro, invece, con un’altra delle Alfa Romeo del Museo è al primo posto assoluto.
Ora ci attende la seconda tappa e il gioco si fa duro: da Ferrara a Roma, con 17 prove orarie comprese quelle, temutissime, di San Marino e del Terminillo. L’avventura, in fondo, è appena incominciata. fonte quattroruote

Caro amico lettore,
questo è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare positività…
Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti) e troverai una porta aperta dove far circolare le tue idee…POSITIVE!
Sostieni e diffondi l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie e sorrisi!

Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws
Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws