Home » Misteri

Il Viaggio Astrale e’molto piu di un sogno e molto meno della verita’ assoluta…

Inserito da

Viaggio astrale

Premesso che esperienze di viaggi astrali, ovvero sia di viaggi con il proprio corpo astrale, conosciute in parapsicologia come OOBE, sono molto più frequenti di quanto possiamo immaginare e pensare, vogliamo con questo piccolo contributo sfatare leggende e luoghi comuni che fanno di questa realtà un qualcosa di misterioso o quantomeno la considerano “potere o facoltà” paranormale che solo pochi eletti sarebbero in grado di realizzare. Diciamo subito che l’OOBE può essere di due tipi: spontaneo o procurato. Chiameremo esperienza spontanea quando questa verrà senza una nostra volontà; per contro qualificheremo procurato quando tale esperienza sarà la conseguenza di precisi comportamenti volitivi messi in atto per procurarla.

  • COME AVVIENE


Dapprima lo spirito incomincia a liberarsi dal corpo fisico


Poi si solleva orrizzontalmente e si allontana

Poi si raddrizza in posizione verticale e può iniziare il viaggio

  • CONSIGLI PER CHI VOLESSE PROVARE:
  1. sdraiarsi in posizione comoda in una stanza calda, buia e tranquilla, con la testa rivolta a nord. Slacciarsi i vestiti e togliersi tutti i gioielli.
  2. Rilassare mente e corpo. Chiudere gli occhi e respirare ritmicamente, con la bocca leggermente socchiusa.
  3. Mentre ci si addormenta, concentrasi su un oggetto. Quando si è tra la veglia ed il sonno, aumentare lo stato di relax concentrandosi sull’oscurità.
  4. Per provocare le vibrazioni, che in genere annunciano l’inizio di un’esperienza extracorporea, fissare un punto a 30 cm. circa dalla fronte. Spostare gradualmente il punto d’osservazione ad una distanza di due metri e nello stesso tempo tracciare una linea immaginaria parallela al corpo. Concentrare la propria attenzione su questo piano, cercando di indurre le vibrazioni.
  5. Acquisire il controllo delle vibrazioni cercando di guidarle coscientemente attraverso il corpo: dalla testa alla punta dei piedi e di nuovo alla testa. Quando si è in grado di esercitare un assoluto controllo, si è pronti per la separazione dal corpo.
  6. Per lasciare il corpo, concentrarsi su quanto sia piacevole fluttuare verso l’alto. Concentrandosi in questo pensiero, il corpo astrale dovrebbe cominciare a sollevarsi.
  7. Per tornare all’io fisco, concentrasi sul ricongiungimento delle due entità.
    • Ma c’è un metodo ancora più facile, ed è il seguente
  1. Sdraiatevi come sopra in una stanza dove ci sia penombra, calda e tranquilla.
  2. Rilassate la mente ed il corpo e, nel dormiveglia, immaginate di cadere (non di volare) da un grattacielo, da una montagna, da un aereo; ma nella caduta non vedete il suolo.
  3. Anche se state cadendo e non vedete il suolo dovete mantenervi calmi e rilassarvi il più possibile. Ad un certo punto dovete rendervi conto (ciò accadrà dopo qualche prova) che siete in grado di gestire quella caduta; in pratica se volete potete anche salire volando e non solo cadere.
  4. E’ quello il momento che vi renderete conto di esservi librati con il vostro corpo astrale nell’aere o che vi state separando dal vostro corpo.
  5. Non abbiate assolutamente paura, in quanto la paura vi farà rientrare automaticamente nel vostro corpo.
  6. Cercate di prendere confidenza del vostro nuovo stato un poco alla volta, senza strafare e vi accorgerete che le cose sono più semplici di quanto possa sembrare.
  7. Per rientrare nel vostro corpo basta pensarlo.

Andiamo ora a vedere alcuni momenti ed alcune esperienze che potreste fare:

Sebbene il corpo astrale sembri senza peso ed incorporea, le facoltà percettive rimangono immutate e talora vengono straordinariamente potenziate. L’io astrale vede colori insolitamente vividi ed ha la sensazione che la sua forma incorporea abbia una straordinaria vitalità, di cui è privo quello che viene ritenuto il vero corpo. In effetti, ciò accade quando l’io astrale comincia ad apparire come la vera realtà ed il corpo fisico solamente un involucro esterno.

La lunghezza dei viaggi fuori del corpo può variare notevolmente. Alcuni viaggiatori spaventati dal prodigioso evento di una tale esperienza, possono allontanarsi dal corpo solo di un metro e per pochi secondi, prima di affrettarsi a farvi ritorno. I più avventurosi, invece, provano piacere non solo nell’indurre, ma anche nel prolungare il viaggio, divertendosi a muoversi e volare in piena libertà.

Sebbene l’esperienza sia in sé piacevole, il viaggiatore può avere paura di allontanarsi troppo dal corpo fisico per non corre il rischio di perdere contatto con esso e trovarsi in un altro mondo senza alcun punto di riferimento. Si ha la sensazione che, mentre lo spirito – ovvero l’io incorporeo – sopravvivrebbe in una qualche forma astrale, il corpo terrestre, abbandonato, morirebbe. Questa paura spinge al ritorno immediato, richiamando lo spirito al suo ospite fisico. I due si ricongiungono ed il viaggiatore fa ritorno alla realtà terrena.

~ Aldilà del Tempo e dello Spazio ~


Pubblicizza la tua attività Green con Good News, l’unione fa la forza! Clicca qui: ECO partners

Sostieni l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie, con una tua donazione ≈ un € x un sorriso
Redazione Tel. 0574 442669 Pubblicità Tel. 0574 1746090

Scrivi a: goodnews@goodnews.ws

Gas&Luce per la tua Attività sono più convenienti online con Edison!