Home » Buone Notizie

I politici rispondono…

Inserito da


Hai una domanda per Obama? Fagliela!

Continua la luna di miele tra il presidente USA e il web. Il sito della Casa Bianca lancia una nuova iniziativa: fate la vostra domanda al presidente e votate quelle degli altri. Alle domande con più voti Barack Obama risponderà su YouTube!

Che Barack Obama fosse il politico americano più attento ai nuovi mezzi di comunicazione lo si sapeva già. A differenza di molti però non si è limitato ad usare i vantaggi della rete in campagna elettorale, per poi rintanarsi nel solito tran tran una volta insediato. A testimoniarlo questa nuova iniziativa purtroppo riservata ai cittadini americani (o a quelli che si fingono tali) del sito della Casa Bianca. Per rassicurare i cittadini, in questo momento di crisi, è stato infatti ideata un’iniziativa che permette agli elettori di porre le proprie domande al presidente, domande alle quali risponderà domani.
E’ ovvio che Barack Obama non potrà rispondere a tutte le domande, ma solo ad una selezione. Ma a selezionare i quesiti non sarà (soltanto) il suo staff, ma gli stessi utenti. Dopo aver posto la domanda infatti è possibile dare un voto alle domande degli altri. In questo modo i temi sentiti più urgenti dalla maggioranza si guadagnano subito la giusta visibilità.
L’intelligenza dell’operazione, che dimostra una reale comprensione della dinamiche della rete, è il livello di partecipazione che viene messo in atto. Al primo passo della domanda posta dall’utente, che è affascinante ma in fondo non cambia nulla rispetto alla vecchia lettera spedita per posta, si aggiunge la possibilità di votare le domande degli altri. Ed è in questo lo specifico della rete, un lavoro di collaborazione in cui utenti, che non si conoscono tra loro, uniscono le proprie intelligenze per far emergere il comune sentire.
Insomma, non basta mettersi su YouTube e su Facebook per essere in Internet, bisogna lasciare che i propri elettori e cittadini (o consumatori, se si tratta di aziende) possano usare il mezzo e la propria massa per porre le questioni che per loro sono più vitali. E, a volte, più scomode.
Tra le oltre diciottimila domande, tra le più votate c’è quella di James, dell’Indiana (uno studente lavoratore di quelli tosti), che chiede cosa intenda fare il governo per rendere l’educazione universitaria più accessibile alla classe media e a quella più povera. Matt dal Wisconsin invece chiede se non sia il caso di farla finita con la politica della Guerra alla droga, che costa tanto e porta solo gente non violenta in galera. Ma la maggior parte delle domande verte sulle aziende che spostano la loro produzione all’estero.
Per le risposte, basterà guardare domani il sito della Casa Bianca.

news from sky

———————————————————————–

«Ogni popolo ha il governo che si merita» (Aristotele, Politica, libro VIII).

La massima aristotelica era valida 2500 anni fa e lo è ancora oggi! Lamentarsi dei propi governanti è un po come lamentarsi di noi stessi, perche in definitiva rappresentano i nostri vizi e le nostre virtù.

Qualcuno potrebbe obbiettare, ma io non ho votato Tizio, io ho votato Caio e che colpa ne ho io se è stato eletto Tizio? e se governa male? Io l’avevo detto di votare Caio! Odio colpevolizzare chicchesia, la politica è semplicemente un atto di fede, un credo quasi religioso che ci fa sposare idee e principi per poi rimanerne delusi…

Qualè la soluzione? Forse evitare di votare sia Tizio che Caio e dare fiducia al buon Sempronio? Temo che la migliore risposta sia svegliarsi e fare politica attivamente in prima persona! Qualcuno non si sente adeguatamente preparato? Crede di non avere la giusta competenza? Cultura, esperienza, preparazione? Tranquillo, sono pronto a scommettere che chiunque sarebbe capace di fare disastri come sono stati fatti in Italia e nel mondo, ma veramente pochi sarebbero capaci di gestire lo stato con saggezza e buon senso come gli ultimi della terra! Date il governo ad un umilissimo contadino e vi dimostrerà l’antico detto: “Contadino, scarpe grosse e cervello fino…”

Caro amico lettore,
questo è un progetto aperto e accetta la collaborazione di chiunque abbia voglia di far circolare positività…
Inviaci le tue proposte (articoli, vignette, foto e video divertenti) e troverai una porta aperta dove far circolare le tue idee…POSITIVE!
Sostieni e diffondi l’unico e-magazine dedicato alle buone notizie e sorrisi!
Scrivi a: buonenotizie@goodnews.ws
Inserisci sul tuo sito un link al nostro www.goodnews.ws